Tag archive

video - page 3

Le impronte digitali delle macchine fotografiche | Enrico Magli

Il prof. Enrico Magli del Politecnico di Torino ha ottenuto il riconoscimento dell’ERC Proof of Concept dell’Unione Europea per sviluppare il progetto “ToothPic”, che traccia l’origine di ogni scatto in rete: un aiuto contro l’uso illegale e criminale delle foto online.

Ogni giorno oltre 350 milioni di immagini sono condivise da un miliardo di utenti Facebook, per non parlare di Flickr, Instagram, Google+, Tumblr o Pinterest. E questi numeri sono in continua crescita. 
La gestione delle foto condivise quotidianamente su Internet sta quindi diventando una questione sempre più problematica. I social network, infatti, si trovano a dover affrontare un enorme problema: con i mezzi attualmente disponibili è estremamente difficile, se non impossibile, verificare l’utilizzo improprio delle foto condivise in rete. Qualsiasi utente è in grado di ri-postare le foto di qualcun altro senza averne il consenso, sfruttarle a fini commerciali, postare foto eticamente discutibili o addirittura illegali. La mancanza di strumenti per contrastare questi fenomeni può incidere negativamente sulla popolarità dei servizi online di condivisione, con importanti ricadute in termini economici. 
 
Una tecnologia messa a punto dal Politecnico di Torino potrebbe contribuire a risolvere questo problema. Per quanto possa risultare sorprendente, infatti, le moderne macchine fotografiche hanno una loro particolare impronta digitale, che viene impressa in ogni foto scattata dalla macchina, e che è unica per ogni dispositivo. Il progetto di ricerca “ToothPic – A large-scale camera identification system based on compressed fingerprints” ha lo scopo di dimostrare che tale impronta digitale può essere utilizzata per gestire efficacemente l’enorme quantità di foto presenti su Internet. Il progetto, coordinato dal prof. Enrico Magli del Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni (DET) del Politecnico riceverà dall’Unione Europea un finanziamento di 150 mila euro circa nell’ambito del bando ERC – Proof of Concept, riservato a progetti di eccellenza scientifica che prevedano la realizzazione di applicazioni commerciali e sociali a partire da progetti ERC precedentemente finanziati. 
 
L’obiettivo del progetto è quello di realizzare un motore di ricerca che, data una macchina fotografica o una foto da essa scattata, è in grado di rintracciare online tutte le foto scattate proprio da quella macchina. La tecnologia chiave per realizzare questo progetto è una tecnica innovativa per la compressione di tali impronte digitali, precedentemente sviluppata dai ricercatori del Politecnico di Torino nell’ambito di un progetto ERC Starting Grant, che rende possibile la ricerca in tempo reale tra miliardi di possibili foto. 
 
I vantaggi portati da questo motore di ricerca vanno dalla possibilità di controllare la distribuzione non autorizzata delle proprie foto alla capacità di rintracciare l’autore di contenuti illegali, e possono avere una ricaduta estremamente positiva sulla diffusione dei social network fotografici e sulla loro percezione da parte del pubblico in termini di sicurezza di utilizzo. Il motore di ricerca verrà validato su un database di impronte digitali ottenute scaricando fotografie da Flickr (maggiori informazioni e informativa privacy al sito www.toothpic.eu).

Sprea Videomovie su Youtube

In occasione della mostra “Oltre lo sguardo” a Villa Reale (Monza) abbiamo realizzato queste breve intervista al grande Steve McCurry, che ci ha racontato alcune storie molto interessanti sfogliando le riviste di Spreafotogrfia.

Iscriviti al nostro canale di Youtube Sprea Videomovie cliccando su questo link!

 

Oliviero Toscani si racconta in un documentario

Chi è Oliviero Toscani? Sicuramente il fotografo italiano più discusso, il più amato e il più odiato.

Denis Curti in un’intervista apparsa su IL FOTOGRAFO lo ha definito “…un fiume in piena e come l’acqua non è mai spigoloso. Piuttosto è fluido e generoso, accogliente. Polemico per ruolo, ma in modo divertente.
Insomma è uno che cerca e accetta le sfide. Non teme il confronto e i nemici non esistono: solo avversari.
Resta il fatto che qualsiasi cosa (foto) faccia o dica è destinata a finire in polemica”.
Andiamo a scoprire il suo lavoro, i retroscena e i suoi pensieri in questo video documentario prodotto da Sky Arte.

EOS 1D X Mark II: cattura ogni singolo attimo – video

Frits Van Eldik ci porta all’interno della fotografia di sport motoristici. Con la sua robusta, solida, affidabile e veloce Canon EOS 1D X Mark II ci racconta nei dettagli le emozioni del suo lavoro e ci dà qualche consiglio utile…

Abbonati subito a Photo Professional per rimanere sempre sempre aggiornato sull’universo Canon! Clicca qui.

Steve McCurry si racconta – Le storie dietro le fotografie

Steve McCurry. Le storie dietro le fotografie” offre uno sguardo inedito sul lavoro del celebre fotoreporter americano.

14 fotoreportage, realizzati in tutto il mondo nel corso della sua lunga carriera, scandiscono il ritmo di questo volume: ogni storia è illustrata con appunti, immagini, ricordi e circa 120 tavole fotografiche con i lavori più significativi. Accanto alle foto, un vasto archivio formato da materiali non fotografici, molti dei quali inediti: oggetti, diari, documenti, come articoli di giornale, mappe, i lasciapassare iracheni per la stampa. Un affascinante libro fotografico, ma anche storico edito da Electa e Phaidon, che spiega i contesti sociali e storico-politici in cui ciascun reportage è stato realizzato.

Canon EOS 80D – Libera il tuo potenziale creativo!

Dotata di velocità straordinaria, controlli intuitivi e tecnologie innovative, questa versatile DSLR Wi-Fi è ideale per esplorare nuove aree in ambito fotografico e raggiungere risultati sorprendenti!

Resta sempre aggiornato sull’universo Canon, abbonati subito a Photo Professional cliccando qui! Ora in edicola in numero 76!

 

Nikon DL: la gamma premium di compatte digitali – Recensione

Nikon introduce una nuova serie di fotocamere compatte digitali di livello “premium”, perfette per i fotografi che desiderano elevata qualità dell’immagine e massima facilità di trasporto e di gestione. Grazie alla rinomata qualità ottica NIKKOR e alla potente tecnologia Nikon, le nuove Nikon DL si collocano nel segmento top del mercato delle fotocamere compatte digitali.

La nuova serie DL si compone di tre modelli: la Nikon DL24-85 f/1.8-2.8, la Nikon DL18-50 f/1.8-2.8 e la Nikon DL24-500 f/2.8-5.6. Ciascuna fotocamera si caratterizza per un obiettivo zoom NIKKOR a elevate prestazioni, equivalente a quello delle reflex Nikon e per un efficiente sensore in formato CX da 24,5mm. Con tutti e tre i modelli di Nikon DL, i fotografi potranno scattare foto da 20,8 MP in formato JPEG o NEF (RAW) e riprendere filmati 4K/UHD a 30p/25p.

Maggiori info su www.nital.it

0 0,00
Go to Top