Avatar Claudio Rivellini

Fotografo amatoriale di lunga data, la mia prima macchina è stata una canon AE1 a pellicola nel lontano 1980. Con l'avvento del digitale le reflex erano all'epoca inaccessibili per il costo, quindi la scelta è ricaduta sulle bridge in particolare la mitica FuijFilm FinePix S602 ZOOM. Il passo successivo è stato l'acquisto sempre di una bridge, della Nikon E8800. Nel 2007 finalmente la prima reflex, Nikon D5000 per poi passare alla Nikon D7000. La crescita prosegue con l'acquisto di ottiche ed accessori e con l'acquisto della Nikon D750. Per poi passare alle mirrorless Olympus dopo la serie interrotta di guasti alla Nikon D750 Una passione costante nel tempo che mi regala una visuale diversa del mondo, con la possibilità  di comunicare scrivendo con la luce.

PAESEItaly

ATTREZZATURAOlympus PEN-F Olympus OM-D M10 M|| Olympus M.Zuico 12-40 f/2.8 PRO Olympus M.Zuico 25mm f/1.2 PRO Olympus M.Zuico 17mm f/1.8 Premium Olympus M.Zuico 75-300 f/4.8-6.7

SITOphoto.rivellini.eu

Claudio Rivellini - Lago di Tovel

Lago di Tovel

In questa escursione, nel cuore delle Dolomiti del Brenta, ho deciso di non usare nessun zoom ma solo il 50mm f/1.4.
Devo dire che mi ha sorpreso molto questa esperienza.
Un approccio completamente diverso alla fotografia; spostarsi, fare qualche passo avanti o indietro ti obbliga a pensare di più alla composizione.
L’uso di un ottica fissa oltre che a migliorare la qualità dell’immagine mi ha fatto sentire diverso. Certo non ho aperto la scena come se avessi montato un 24mm ma la scelta di usare l’ottica che ci mostra il nostro campo visivo mi ha stupito.
Ho visto un sacco di fotografi come me con degli zoom enormi e tutti mi guardavano con sospetto ma io non mi sono scoraggiato ed è stata una bellissima esperianza.
Nikon D750 con Nikkor 50mm f/1.4

Lago di Tovel, Tuenno, TN, Italia

1/11/2016

Dati exif non disponibili

Foto 1 di 6

Lascia un commento