Giorgio Gerardi Giorgio Gerardi

Uso la macchina fotografica da quando ero bambino, e attorno ai vent’anni ho iniziato una mia ricerca personale, che si era concentrata nei particolari e dettagli architettonici, nelle luci al neon e nella grana della pellicola. Negli ultimi tre anni ho ricominciato con la mia ricerca e NUVOLE è stato il primo progetto. La prima serie è stata "nuvole (in un giorno a mezzogiorno)", per la quale ho rielaborato la stessa immagine in tanti modi diversi, cambiando l'esposizione, il contrasto, i colori. Volevo vedere cosa avrebbe potuto essere diverso, nuovo, nella ripetizione. Le nuvole sono un soggetto che mi ha sempre affascinato; sono un qualcosa che muta in continuazione, a ricordarci il continuo divenire della realtà. Sono un qualcosa che non ha forma propria, ma la modifica attimo dopo attimo, in modi sempre diversi e irripetibili. Sono leggere, sfuggenti. Non le si può afferrare, non le si può toccare, rimangono un qualcosa di indefinito, quasi non classificabile. A questo progetto ne sono seguiti altri, FOGLIE, ALBERI, TERRA, DETTAGLI, nei quali ho seguito uno stesso metodo di lavoro, quello di utilizzare un’unica fotografia, rielaborarla con programmi di grafica digitale, e di soffermarmi su particolari, ingrandendoli. Nel risultato finale, In alcuni casi il soggetto originario è ancora riconoscibile, in altri il particolare assume una vita propria. Quello che mi interessa non era una mera rappresentazione dell’oggetto reale; volevo e voglio che il risultato finale sia un insieme di forme e colori che mi piacciano. Altro progetto, che si discosta dai precedenti, è DAILY, “quotidiano”. Giornalmente siamo circondati sempre dalle stesse cose; siamo talmente abituati alla loro presenza che non vi facciamo più caso, non le vediamo più; se anche i nostri occhi si posano su esse, non ce ne accorgiamo ed è come se non le vedessimo. Ho fotografato oggetti di tutti i giorni, un letto disfatto, l’interno di un frigorifero, di una lavastoviglie, dettagli di un bagno, cercando di evidenziare certi particolari estraendoli dal loro contesto, per far assumere ad essi quasi una vita propria, una propria identità. Sono riuscito a farmi pubblicare in qualche rivista, e per la mia presenza nel web rimando al link www.giorgiogerardi.com/about .

PAESEItalia

ATTREZZATURACanon EOS 550D con obiettivo 18-55mm cellulare Xiaomi Mi T9

SITOgiorgiogerardi.com

INSTAGRAMinstagram.com/giorgio.gerardi_/

Giorgio Gerardi - Nuvole

Nuvole (immagine 8520 – dettaglio 20)

non c’è niente di più indefinito delle nuvole
non c’è niente di più variabile delle nuvole
non c’è niente di più leggero delle nuvole

Luogo non specificato

22/4/2022

ISO 100

F 14

33 mm

1/100

Canon EOS 550D

Foto 3 di 12

Lascia un commento

qui