Larry Fink, The Apple Eaters, Pennsylvania, October 2012 © Larry Fink

Torna a Reggio Emilia il festival Fotografia Europea

Dal 12 aprile al 9 giugno, Reggio Emilia ospita la 14esima edizione di Fotografia Europea, festival promosso e organizzato dalla Fondazione Palazzo Magnani con il Comune di Reggio Emilia e la Regione Emilia-Romagna. Sotto la direzione artistica di Walter Guadagnini, la kermesse indaga quest’anno il tema “LEGAMI. Intimità, relazioni, nuovi mondi”, ideale filo rosso che unisce tutti gli appuntamenti in programma. Molto ricco il calendario, con mostre, conferenze, workshop, letture portfolio che vedranno protagonisti i massimi rappresentanti del mondo della fotografia, della cultura e del sapere.

Festival Fotografia Europea: le mostre

In particolare, Fotografia Europea dedica due esposizioni a due grandi maestri del Novecento, il tedesco naturalizzato americano Horst P. Horst (1906-1999), con una rassegna a Palazzo Magnani che ne ripercorre la carriera, e l’americano Larry Fink (New York, 1941), cui è dedicata un’ampia antologica, dal titolo Unbridled Curiosity, a Palazzo da Mosto. Tra le mostre segnaliamo anche Arabian Transfer di Michele Nastasi, Urban Screens di Vincenzo Castella, mentre i Chiostri di San Pietro ospiteranno diversi autori provenienti dal Giappone, Paese ospite di Fotografia Europa 2019. Sempre ai Chiostri di San Pietro, la mostra Ropes/Corde presenta le fotografie dei sette vincitori – Fabrizio Albertini, Silvia Bigi, Emanuele Camerini, Marta Giaccone, Luca Marianaccio, Iacopo Pasqui, Jacopo Valentini – della call di Giovane Fotografia Italiana. Proprio dal Giappone proviene una delle opere che, secondo Walter Guadagnini, meglio “sintetizza tutti i temi di questa edizione: è un video realizzato in Giappone da una giovane artista francese, e vede il dialogo muto tra il corpo di un ballerino e un robot, che si muovono insieme, confrontando le loro diversità. Ecco, Fotografia Europea mette in scena i rapporti tra le persone, tra le culture, tra i saperi, dal punto di vista individuale e da quello collettivo, da quello privato a quello pubblico… vogliamo scoprire i legami profondi tra le persone, ma anche tra la fotografia e il mondo”.

 

 

Info: tel. 0522-444446
info@palazzomagnani.it
www.fotografiaeuropea.it
www.palazzomagnani.it