18 Maggio 2021 di Redazione Redazione

Per la rubrica dedicata alle foto più famose, oggi vi proponiamo uno degli scatti più noti di Margaret Bourke-White.

Le foto più famose #17

Margaret Bourke-White è a Mosca su incarico di Life. Ha ottenuto il visto per l’Unione Sovietica per fotografare la vita quotidiana dei russi e, possibilmente, Stalin. Gli Stati Uniti hanno bisogno di ammorbidire l’opinione pubblica americana per rendere più accettabile un’alleanza con l’URSS per combattere il nazismo. Bourke-White fotografa le persone comuni, la messa ortodossa, ritrae Stalin.

L’attacco al Cremlino

La notte del 26 luglio 1941 è all’ambasciata americana quando, improvvisamente, qualcosa accade. L’URSS è stata attaccata dalla Germania, senza alcuna dichiarazione di guerra. Margaret Bourke-White sale sul tetto e inizia a scattare il suo scoop. La sagoma del Cremlino si staglia contro la luce dei bengala e della contraerea.

È l’unica fotografa occidentale presente. E può inviare immediatamente le sue fotografie negli Stati Uniti d’America tramite i canali diplomatici. Non occorre altro per convincere il popolo americano che un altro popolo ha bisogno di aiuto.

Margaret Bourke-White

Margaret Bourke-White

(1904-1971). Tra le più famose reporter americane, inizia la sua professione come fotografa industriale. Dal 1929 si trasferisce a New York. Entra nello staff di Fortune e successivamente di Life. Questo le permette di viaggiare in tutto il mondo. E di essere la prima fotografa accreditata alle forze Armate Americane in zone di guerra. L’uniforme sarà disegnata proprio per lei.

Sarà in prima linea in Nord Africa, in Italia, all’ingresso degli Alleati a Buchenwald. In seguito fotograferà Gandhi poche ore prima dell’attentato mortale.

Leggi anche Le foto più famose #16: Horst P. Horst

Lascia un commento