Canon EOS 90D: la reflex APS-C definitiva

Canon presenta EOS 90D, la nuova reflex in formato APS-C del marchio giapponese. Le novità, rispetto alla EOS 80D, sono molte – e sostanziali, tanto che sarà difficile vedere in produzione una versione Mark III dell’attuale ammiraglia APS-C, la EOS 7D II.
Per cominciare, il sensore di nuova concezione vanta 32,5 milioni di pixel (la EOS 80D ha un CMOS da 24,2 MP) ed è affiancato dal processore DIGIC 8 (il modello che l’ha preceduta è indietro di due generazioni). Le migliori performance del “motore” di elaborazione di Canon permettono alla EOS 90D di scattare a raffica fino a 10 foto al secondo (11 fps in Live View) sia in modalità One Shot che AI Servo AF, contro i 7 fps della EOS 80D – un’ottima notizia per i fotografi di sport e azione. A specchio abbassato, l’esposimetro utilizza un sensore di misurazione RGB+IR da 220.000 pixel e 216 zone (quello della EOS 80D si fermava a 7.560 pixel), con la tecnologia Canon iTR AF che facilita il tracking delle persone in movimento grazie al riconoscimento dei volti. Nonostante la presenza di più fotodiodi su un chip di identiche dimensioni, la gamma di sensibilità nativa si allarga, arrivando a ISO 25.600.

EOS 90D: Eye Detection AF e video 4K

Il sistema AF a rilevamento di fase prevede ancora 45 punti del tipo a croce che vanno a coprire circa l’88% della scena in orizzontale e il 100% in verticale. La novità, oltre al comodo joystick per la selezione del punto desiderato, sta nella funzione Eye Detection AF (già presente sulle mirrorless EOS R, previo aggiornamento del firmware) che, in Live View, consente alla EOS 90D di tenere sempre a fuoco gli occhi del soggetto. Naturalmente non manca la collaudata tecnologia Dual Pixel AF, fiore all’occhiello di Canon, per una messa a fuoco rapida e fluida anche inquadrando con lo schermo.La EOS 90D è in grado di riprendere in formato 4K (3.840 x 2.160) a 30 fps, senza “crop”. All’occorrenza, in modalità Full HD è possibile registrare a 120p, per slow-motion di eccezionale fluidità. Offre inoltre la combinazione di Wi-Fi e Bluetooth a basso consumo, con la possibilità dunque di una connessione always-on con smartphone e tablet. Eccezionale l’autonomia, pur utilizzando la stessa batteria LP-E6N della EOS 80D: circa 1.300 scatti prima della ricarica.
Disponibile dal 12 Settembre 2019

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Latest from Digital Camera

0 0,00
Go to Top