15 Dicembre 2020 di Redazione Redazione

Il monitor ideale per fotografi e gamer esiste? Non sempre, infatti, è facile trovarne uno che soddisfi le esigenze di entrambe le categorie. Di solito, i monitor progettati per le necessità dei content creator (grafici, fotografi, videomaker, designer) sono “specializzati”: presentano, cioè, tutte le caratteristiche necessarie a raggiungere il massimo delle performance quando si tratta di visualizzare le immagini con la migliore resa, ma possono essere in qualche modo deficitari in altri ambiti.

Nel gaming, per esempio, occorre un display super “reattivo” e capace (scheda grafica permettendo) di alti refresh rate per garantire al videogiocatore la massima fluidità anche con i titoli più frenetici. Il numero di “fotogrammi” che un monitor è in grado di mostrarci nell’unità di tempo (un secondo) si esprime in Hz. Molti schermi “per la grafica”, e non solo, si fermano intorno a valori di 60 Hz, ma le schede grafiche di ultima generazione sono in grado di produrre più di 60 frame al secondo e quindi necessariamente le immagini che il display non riesce a visualizzare vanno perse e vengono introdotti “ritardi” che possono essere decisivi nel corso del gioco (soprattutto con titoli come gli sparatutto in prima persona).

MSI, celebre per i suoi prodotti dedicati ai gamer, ci propone questo Creator PS321QR, un monitor che rappresenta un perfetto ibrido tra un modello pensato per i content creator e un display per i giocatori. Il pannello in formato 2K 16:9, infatti, offre un refresh rate di ben 165 Hz – una via di mezzo tra i classici valori degli schermi gaming (120, 144 e addirittura 240 Hz). Un refresh veloce serve anche per obiettivi più “seri”, naturalmente, per esempio la creazione di videoclip a elevato numero di frame.

Inoltre, il Creator PS321QR vanta un tempo di risposta (ossia l’intervallo di tempo necessario affinché un monitor modifichi lo “stato” di ciascun pixel) di un solo millisecondo. È vero, è un valore che si riferisce al cosiddetto passaggio GtG, ossia da una sfumatura di grigio all’altra (più breve di quello che serve per passare da un colore primario all’altro), ma resta comunque un risultato formidabile, soprattutto considerando che si tratta di un pannello IPS – tipicamente più “lento” rispetto a quelli basati su tecnologia TN e simili – che offre tutto ciò che serve a noi fotografi. In primis, il monitor di MSI copre il 99% degli spazi colore sRGB e Adobe RGB, nonché il 98% del DCI-P3, ed è pre-calibrato in fabbrica in modo tale da essere già pronto per l’uso non appena lo si toglie dalla scatola. Aprendo quest’ultima troveremo anche un’utilissima “palpebra” magnetica che ripara la superficie opaca dello schermo dai riflessi e assicura la più accurata resa del colore.

Scopri di più su it.msi.com

Lascia un commento