11 Maggio 2021 di Redazione Redazione

Il fotografo James Mills ci svela come sfruttare la “pittura luminosa” per esaltare un paesaggio.

Lo spettacolare scatto di James Mills è stato realizzato nel Peak District, Inghilterra centro-settentrionale, dove questi due antichi ponti segnano il confine fra tre contee. È un soggetto famoso e molto fotografato. Per James era quindi necessario adottare un approccio unico. Il fotografo ha scelto di montare la fotocamera al crepuscolo e ha usato pannelli LED per pennellare la luce e creare questa artistica esposizione.

La pittura luminosa passo passo

1 – L’orario

Per dare al cielo una luminosità interessante, James ha preferito evitare l’oscurità della notte. È meglio scattare subito dopo il tramonto, prima che cali il buio. In questo orario il cielo ha ancora colore e non si trasforma in una tela nera e piatta.

2 – Acqua in movimento

Ogni esposizione dura 30 secondi e rende l’acqua liscia e setosa. Per ridurre il rischio di mosso allo scatto, James ha usato treppiede e comando remoto, e impostato il blocco dello specchio.

3 – Obiettivo

Su una scena come questa il grandangolo è ideale perché permette di includere tutti gli elementi principali. Ricordiamo di definire la composizione prima del buio, per analizzare ogni dettaglio.

4 – Pittura luminosa

La scena è stata illuminata con pannelli LED che fanno brillare i ponti e le cascate. Possiamo sperimentare anche con torce, flash e persino con la luce di un telefono per vedere cosa funziona meglio sulla scena.

5 – Post-produzione

L’immagine è composta da diverse esposizioni, per via della difficoltà di illuminare tutto durante una sola posa. I livelli e le maschere di Photoshop sono il modo più semplice per combinare gli scatti.

 

Prova anche a realizzare un paesaggio astratto

Lascia un commento