Pannello riflettente fai-da-te

Creatività fai-da-te! 1#Pannello riflettente

Non si può negare che la fotografia sia una passione costosa, fin dall’inizio, quando ci siamo svenati per acquistare la nostra prima fotocamera: non si può portare a casa un obiettivo se non sborsando centinaia di euro – ed è un attimo parlare di migliaia se puntiamo alle ottiche top di gamma; flash e treppiedi non sono economici e, a dirla tutta, nemmeno borse e zaini sono regalati; senza contare tutti quei piccoli accessori utilissimi, è fuor di dubbio, ma che finiscono per contribuire non poco al consumo del budget destinato al nostro hobby preferito. Ci sono per fortuna valide alternative, almeno a questi ultimi: con un po’ di cosette che abbiamo sicuramente in giro per casa (o facilmente acquistabili per pochi euro) possiamo infatti costruirci un set di accessori fai-da-te, certo “artigianale” ma super efficace!

1#Pannello riflettente con cartone e pellicola di alluminio

I pannelli riflettenti sono davvero indispensabili: ci permettono di rimandare luce sul soggetto per schiarire le ombre o accentuare forme e volumi. I modelli commerciali offrono sagome, dimensioni e colori diversi. In sostanza, però, quello che devono fare é sempre e solo riflettere la luce, quindi qualsiasi superficie abbastanza lucida può fungere da pannello riflettente. Possiamo costruircene uno potente, con superficie argentata, fissando della pellicola di alluminio da cucina a un grande pannello di cartone, oppure uno più semplice, per un risultato meno intenso, con carta bianca. Teniamolo sul lato del soggetto opposto alla sorgente di luce, per schiarire le ombre. Vedremo l’ effetto mentre muoviamo il riflettore – stiamo solo attenti a non accecare il modello!

Cosa serve:

Kit

  • Cartone
  • Carta argentata
  • Forbici
  • Nastro adesivo

Passo passo

  • Prepariamo il pannello. Ritagliamo il cartone nella misura voluta: più è grande il pannello e più viene diffusa la luce.Ritagliamo il pannello
  • Chiudiamo i bordi. Rivestiamo i bordi del cartone con la carta d’argento e fissiamola con lo scotch perché possa riflettere per intero.Chiudiamo i bordi
  • Carta d’argento. Non introduciamo pieghe nel rivestimento per non creare poi “punti luce” troppo luminosi.Carta d'argento
  • Finito. Nelle giornate più luminose, posizioniamo il pannello con cura per non accecare il soggetto.

Latest from Lifestyle

fotografia mezzo busto in studio. Paul Wilkinson

Quanto chiedere

Un giorno un cliente mi ha detto: «Guarda che chiedi meno della
0 0,00
Go to Top