Risultato

La mia fantastica auto

Costruita nel novembre 1969, questa TVR Tuscan V6 ha appena festeggiato il suo cinquantesimo compleanno. Volendo catturare le linee morbide di questo classico coupé, il piano avrebbe potuto prevedere di portarla in un grande studio e illuminarla a dover. Ma non abbiamo un grande studio… e nemmeno dodici unità flash! Ed ecco nato il progetto di questo mese: illuminare un’auto e crearne un ritratto con il tipico modo da studio… ma senza lo studio. Ecco come abbiamo fatto!

Il set

Trasformiamo un vialetto privato in un vero studio fotografico!

Il set

  1. Treppiede. È indispensabile per catturare diverse inquadrature dell’auto. Se tutto è ben allineato, unire gli scatti in Photoshop sarà molto più semplice.
  2. Fondale nero dietro l’auto. Aiuta a mantenere pulita l’inquadratura.
  3. Pannello riflettente. Il riflesso aiuta a dare peso al ritratto. Per creare il pannello, possiamo usare un cartone nero all’interno di una vecchia cornice a giorno.
  4. Flash da studio. Noi abbiamo usato due unità alimentate via rete, parte di un kit da studio entry-level. Emettono luce sufficiente a sovrastare quella naturale di una giornata coperta.
  5. Scatto remoto. Utile per non muovere accidentalmente la fotocamera e per avere le mani libere per posizionare il flash.

La tecnica

Illuminiamo l’auto combinando flash e opportuni parametri di scatto.

  1. Impostiamo l’esposizione in modo che sottoesponga la luce naturale, fin quasi a non registrarla. Qui, in una giornata nuvolosa, 1/200 di secondo, f/11 e ISO 100 hanno dato un risultato quasi del tutto buio.
  2. Accendiamo il primo flash. Impostiamolo sulla modalità slave ottico, attiviamolo in wireless e impostiamo la massima potenza. Sparando il lampo con diverse angolazioni possiamo dare risalto alle varie parti dell’auto e alla sue linee.
  3. Spostiamo il flash provando ad illuminare l’auto da ogni angolazione. Sperimentiamo con il controluce per evidenziare curve e contorni. Non dimentichiamo di puntare il flash anche su aree specifiche come le ruote e griglia del radiatore.La tecnica
  4. Catturiamo il riflesso. Montiamo entrambe le luci da studio sui due lati del veicolo per illuminare fiancata e sezione inferiore della vettura. Poi scattiamo più inquadrature, spostando anche il pannello, fino ad ottenere un riflesso completo.

Post- produzione

Costruiamo il collage in Photoshop.

  1. Carichiamo come livelli. Dopo aver selezionato le inquadrature che vogliamo usare per completare la nostra composizione, apriamole come un unico documento in più livelli in Photoshop. Possiamo farlo direttamente da Photoshop, cliccando su File>Script>Carica file in serie.
  2. Aggiungiamo una maschera. Scegliamo un dei nostri scatti da usare come base e portiamolo in fondo alla serie, poi nascondiamo tutti quelli più in alto tranne il primo immediatamente sopra. Attiviamo e disattiviamo la vista di questo livello per determinare quale area vogliamo unire, poi premiamo [Alt] e facciamo clic sull’icona Aggiungi maschera di livello, per nasconderlo dietro una maschera nera.
  3. Riveliamo la luce. Prendiamo lo strumento Pennello, di Photoshop, facciamo clic con il tasto destro e impostiamo la durezza a 0. Premiamo [D] per scegliere il colore bianco e passiamolo sull’auto per rivelare l’area che vogliamo. Quando abbiamo finito, visualizziamo il prossimo livello, aggiungiamo la maschera e continuiamo a pennellare per mostra- re la porzione che ci serve.
  4. Costruiamo il riflesso. Completata la lavorazione su tutti i livelli, possiamo comporre il riflesso, sempre mascherando e rivelando le parti di pannello finché non creano un riflesso completo. I livelli cominceranno a essere parecchi: può essere più facile costruire il riflesso in un documento separato e poi copiarlo tutto intero una volta finito.
  5. Fluidifichiamo per correggere. La ghiaia sul vialetto non era una base diritta, quindi in alcuni punti il riflesso non combacia alla perfezione. Non è difficile correggere l’errore, spostando un po’ i pixel con la funzione Fluidifica. Andiamo su Filtro>Fluidifica, spuntiamo Mostra sfondo e usiamo lo strumento Altera in avanti per correggere il riflesso.Ripuliamo
  6. Ripuliamo. Per rendere nero lo sfondo, selezioniamo l’auto (Selezione>Soggetto), invertiamo la selezione ([Cmd/ Ctrl+Maiusc+I]), creiamo un nuovo livello e riempiamolo di nero. Per correggere eventuali piccoli pasticci, uniamo tutto in un unico livello ([Cmd/ Ctrl+Maiusc+Alt+E]) e procediamo a ripulire l’immagine con gli strumenti Pennello correttivo e Timbro clone.

Latest from Lifestyle

0 0,00
Go to Top