ritratti

Ritratti perfetti usando la luce naturale

Dopo aver parlato delle basi, oggi vediamo come realizzare ritratti perfetti anche in luce naturale.

Per iniziare, infatti, non c’è bisogno di comprare un sacco di luci costose quando ne abbiamo a disposizione una gratis che offre infinite variazioni. La luce diretta del sole può essere troppo dura, ma quando è diffusa dalle nuvole o è rimbalzata da altre superfici diventa piacevolissima.

Inoltre, consideriamo che cambia colore e direzione con il passare delle ore, da calda e bassa al mattino a fredda e molto alta a mezzogiorno, per poi tornare indietro. Il vantaggio del ritratto è che il soggetto è mobile, quindi possiamo spostarlo dove la luce è migliore.

Ritratti perfetti con il pannello riflettente

ritratti

Leggero, economico ed estremamente versatile, un semplice pannello riflettente è uno degli attrezzi più importanti nella borsa del ritrattista. Funziona quasi come una fonte di luce secondaria. Permette, infatti, di fare rimbalzare la luce sulle ombre del viso. Le due immagini sopra mostrano la differenza. Con il sole dietro la modella, il pannello riflette la luce verso il suo volto, aumentando il contrasto e la saturazione. Inoltre ne fa brillare gli occhi.

Ritratti perfetti: 4 trucchi

1- Usiamo una luce morbida della finestra

La luce delle finestre è dolce, ben diretta e cade a meraviglia sui tratti del viso. Le finestre rivolte a nord sono le migliori perché non vedono direttamente il sole. Mettiamo il soggetto di taglio (meglio se con un pannello riflettente per rimandare luce verso il lato in ombra). Oppure chiediamogli di dare le spalle alla finestra ed esponiamo sulle ombre per un effetto in “high-key”.

2 – Cerchiamo il contrasto

Nei ritratti ben riusciti, il soggetto si stacca dal fondo per avere maggior risalto. Scattando in esterni, un modo per ottenere questo risultato è cercare un’illuminazione contrastante tra il soggetto e lo sfondo. Sia avendo quest’ultimo molto chiaro e il soggetto in ombra, sia trovando il punto nel quale solo il soggetto sia illuminato mentre lo sfondo va in penombra.

3 – Evitiamo la luce solare diretta

ritratti

Il sole splendente può sembrare ideale per uscire a realizzare un ritratto. Ma in realtà può essere davvero poco generoso con il viso del soggetto. La luce risulta dura, come quella di una lampadina nuda. Evitiamo quindi la luce diretta del sole perché proietta l’ombra del naso su tutta la faccia ed evidenzia macchie e difetti. Inoltre, costringe il soggetto a strizzare gli occhi. Meglio cercare un po’ d’ombra…

4 – Cerchiamo un posto all’ombra

Per un ritratto, un cielo coperto o un posto all’ombra sono molto più adatti della luce diretta del sole. All’ombra, la luce è molto più morbida. È anche meno intensa e può comportare un aumento degli ISO. Ma si tratta di un compromesso accettabile in cambio di una luce molto più “benevola”. Se non ci sono nuvole in cielo, cerchiamo un angolo all’ombra di un albero o di un muro, oppure usiamo il pannello riflettente per produrre un’ombra.


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top