17 Agosto 2021 di Redazione Redazione

Dalle impostazioni di scatto della tua Canon alle funzioni avanzate, migliora la tecnica e porta la tua fotografia a un livello superiore!

50 trucchi per i fotografi Canon – Segreti

31 – Autofocus

Canon

La nostra EOS ha tre modalità AF: One Shot, AI Servo e AI Focus. One Shot è per i soggetti statici: una volta agganciato il fuoco, la distanza rimane bloccata. Quando invece fotografiamo soggetti mobili, dobbiamo passare alla modalità AI Servo. La fotocamera continua a rimettere a fuoco seguendo il movimento.

AI Focus, infine, passa da fuoco fisso a tracking se la fotocamera rileva movimento. In questo ultimo caso, poiché ci affidiamo alla fotocamera per stabilire se il soggetto è statico o mobile, le reazioni del sistema sono meno veloci rispetto alle altre due modalità.

32 – Ottimizzazione automatica luce

La funzione di Ottimizzazione automatica della luce (ALO) aiuta a controllare il contrasto e aprire le ombre per rivelare più dettaglio. L’effetto però non è sempre quello sperato. Con la funzione attiva, anche quando applichiamo una compensazione negativa dell’esposizione o esponiamo in manuale per creare un’immagine deliberatamente scura, il risultato può apparire comunque troppo chiaro.

33 – I trucchi per i fotografi Canon: Punti AF

Può capitare che l’obiettivo cominci a muoversi avanti e indietro in cerca del fuoco. Succede in condizioni di luce ridotta o quando il sistema non trova nulla da agganciare. Anziché lasciare alla fotocamera la scelta del punto AF, possiamo allora passare alla modalità a punto singolo e selezionarlo noi stessi.

Il punto centrale è il più sensibile. Con un soggetto statico, usiamolo in modalità One Shot, blocchiamo la distanza di fuoco (con il pulsante AF Lock o passando alla messa a fuoco manuale) e ricomponiamo.

34 – Messa a fuoco dal dorso

Il pulsante AF-ON disponibile su alcuni corpi macchina duplica le funzioni di messa a fuoco e lettura esposimetrica che di solito avviamo con il pulsante di scatto. Attraverso Controlli personalizzati possiamo impostarlo perché blocchi l’autofocus. Può essere utile quando scattiamo in modalità AI Servo AF e non vogliamo che la distanza di fuoco venga modificata.

Se la nostra fotocamera non è dotata di pulsante AF-ON, possiamo assegnare la funzione al pulsante AE Lock (indicato dal simbolo “*” o dalla lente di ingrandimento con il simbolo “”).

35 – Live View per la messa a fuoco manuale

Quando riprendiamo soggetti statici, proviamo a rinunciare a mirino e autofocus, e a usare invece Live View e messa a fuoco manuale. Blocchiamo la Canon sul treppiede e premiamo ripetutamente il pulsante con l’icona della lente di ingrandimento per visualizzare l’area coperta del punto AF ingrandita di 5 o 10 volte. Quindi, ruotiamo con attenzione l’anello di messa a fuoco finché non vediamo i dettagli perfettamente nitidi.

36 – Bilanciamento del bianco

Canon

L’impostazione automatica in genere funziona bene (soprattutto sotto luci miste), ma può togliere vivacità ai colori più intensi. È tipico che provi a neutralizzare l’alone azzurro di alba e crepuscolo o il calore del tramonto. Per evitarlo, impostiamo un bilanciamento predefinito o personalizzato, oppure digitiamo la temperatura del colore in gradi Kelvin (opzione disponibile solo su alcuni corpi macchina). Valutiamo l’effetto in tempo reale attivando il Live View.

37 – Rumore e tempi lunghi

Come i livelli ISO più alti, anche le lunghe esposizioni possono introdurre rumore. La nostra fotocamera offre una funzione Riduzione rumore pose lunghe, che possiamo trovare nel menu rosso di scatto o tra le funzioni personalizzate. Possiamo impostarla su Auto o On. Entrambe applicano la riduzione a immagini esposte per 1 secondo o più.

Attenzione: il processo impiega lo stesso tempo dell’esposizione di partenza, può diventare molto lungo con pose che si estendono per minuti.

38 – I trucchi per i fotografi Canon: Scatti a raffica

Con soggetti sia statici sia mobili, a mano libera vale sempre la pena di scattare in brevi raffiche, con la fotocamera impostata sulla frequenza più rapida disponibile. In questo modo aumentiamo le nostre chance di ottenere almeno uno scatto nitido.

Nel caso di un soggetto in movimento diamo alla fotocamera più tempo per agganciarlo con AF AI Servo. Inoltre, è più probabile che gli scatti al centro di una sequenza siano più nitidi di quelli all’inizio e alla fine, perché è facile muovere la fotocamera quando premiamo o rilasciamo il pulsante di scatto.

39 – Flash incorporato nella nostra Canon

Il flash a scomparsa è limitato in termini di potenza e dimensioni, ma possiamo aiutarlo alzando il livello ISO. Ovviamente, non aumentiamo davvero la potenza del flash, ma amplificando il segnale ricevuto dal sensore è come se rendessimo più intensa la luce del lampo.

40 – Le “stelline”

In fase di riproduzione, possiamo assegnare da una a cinque stelle a ogni scatto. È una funzione molto comoda. Ci permette di iniziare a scremare le immagini quando siamo ancora sul campo, per poi selezionare le migliori a casa. Queste valutazioni sono inscritte nei dati EXIF e sono visibili in Digital Photo Professional, Photoshop e Lightroom.

Lascia un commento