8 Settembre 2021 di Redazione Redazione

Vuoi ottenere foto più nitide? Ecco come sfruttare tutta la potenza di risoluzione della tua fotocamera EOS e dei suoi obiettivi.

Foto più nitide con la stabilizzazione d’immagine

Un obiettivo dotato di tecnologia IS (Image Stabilizer) contrasta gli effetti del mosso allo scatto. Questa funzione può compensare solo minimi movimenti di fotocamera e obiettivo, non vere e proprie scosse, e non funziona sugli oggetti in movimento nell’immagine (se il tempo di scatto è troppo lento per congelarli, verranno comunque sfuocati).

Non tutti gli obiettivi IS hanno uguale capacità di stabilizzazione, ma ormai è consueta una sicurezza intorno ai 4 stop. Significa, almeno in teoria, che l’obiettivo può essere usato a mano libera con tempi di scatto fino a 4 stop più lenti di quando lo stabilizzatore non c’è. Quindi: 1/400 di secondo è l’esposizione più lunga raccomandabile con una focale 400 mm. Ma può diventare 1/25 di secondo se l’obiettivo è dotato di stabilizzazione fino a 4 stop.

foto più nitide

Negli obiettivi Canon EF ed EF-S con IS, la funzione si attiva con un selettore sul barilotto. Alcuni obiettivi hanno anche un secondo selettore, per scegliere la modalità di stabilizzazione. Mode 1 è l’impostazione standard, studiata per correggere vibrazioni orizzontali e verticali. Mode 2 è invece pensata per il panning, quando seguiamo il movimento di un soggetto. Il sistema legge il panning e compensa il movimento solo sul piano opposto (quindi verticale se ci muoviamo lateralmente).

Alcuni modelli di fascia alta hanno anche una terza modalità, che attiva la stabilizzazione solo allo scatto. Gli obiettivi EF-M IS, compatibili con la serie EOS M, hanno invece la stabilizzazione attiva per impostazione predefinita. Se usiamo il treppiede, spegniamola dal menu della fotocamera.

Non toccare!

Bloccare la fotocamera su un treppiede migliora le nostre chance di catturare scatti nitidi. Possiamo impostare ISO bassi per ottenere la miglior qualità di immagine. Scegliamo anche un diaframma chiuso per estendere la profondità di campo, senza doverci preoccupare di tenere immobile il corpo macchina durante l’esposizione. Non può fare nessuna differenza se il soggetto si muove. Ma rimuove del tutto il timore delle vibrazioni e del mosso allo scatto. È ideale per scattare in Live View, quando è più difficile stabilizzare la fotocamera a mano libera.

Per sfruttare bene i vantaggi del treppiede, assicuriamoci che fermi e manopole siano chiusi. Usiamo l’autoscatto a 2 secondi o un sistema di scatto remoto per avviare l’esposizione, in modo da non introdurre scosse con la pressione del dito sul pulsante. Se la nostra fotocamera è dotata di Wi-Fi, possiamo installare sul telefono l’app gratuita Canon Camera Connect per scattare e regolare le impostazioni.

 

Leggi anche
Foto più nitide con la tua Canon EOS #1

Lascia un commento