25 Giugno 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Appuntamento a Trani dal 25 al 27 giugno per RADAR|Flussi della Fotografia Contemporanea. Il festival, a cura di Associazione culturale Spaziotempo e organizzato con il contributo del Comune di Trani, rinnova l’intento di promuovere la fotografia contemporanea attraverso mostre, talk e workshop. Cui si aggiungono un’open call rivolta a fotografi under 35 e una fiera dell’Editoria Fotografica Indipendente.

La fotografia contemporanea a Trani

Ospitato in diverse sedi della città ma anche all’aperto, RADAR|Flussi della Fotografia Contemporanea giunge alla terza edizione. Tema di quest’anno “Scoperte e Ritrovamenti”. Ritrovare ricordi perduti e luoghi smarriti nella memoria per iniziare un viaggio di riscoperta della propria identità. Rinvenire oggetti, testimonianze, fatti che portano alla luce scenari nuovi e destano la coscienza collettiva. Scoprire sotto una luce nuova spazi fisici a cui siamo abituati e luoghi del mondo mai esplorati.

Spiegano i responsabili del progetto: “Il tema della terza edizione traduce una sensazione con cui tutti noi abbiamo fatto i conti nell’ultimo anno. La necessità di ritrovare quel che c’era prima, ma anche di scoprire un modo più sostenibile, più intimo, più equo e giusto di stare al mondo”.

Gli eventi più attesi

Molto ricco il programma del festival che si propone di indagare la fotografia contemporanea nelle sue diverse espressioni. Novità dell’edizione 2021 è la Fiera dell’Editoria Fotografica Indipendente specializzata. Un evento contenitore che ha lo scopo di divulgare e di promuovere la ricerca attorno alla pratica fotografica con particolare riferimento al fotolibro, al self-publishing e alle pubblicazioni dell’editoria fotografica indipendente.

Tra gli eventi più attesi, il talk con Erik Kessels, artista e designer, direttore artistico dell’agenzia KesselsKramer e cofondatore della casa editrice KesselsKramer Publishing. Kessels è divenuto un riferimento nel campo della cosiddetta “fotografia ritrovata”. Invece di scattare nuove immagini, per la maggior parte dei suoi progetti riunisce fotografie preesistenti e le riutilizza come tessere per formare un mosaico. Nella sua pratica, l’artista non aggiunge nulla all’enorme quantità di immagini che oggi affolla il mondo, al contrario si limita a recuperare e riciclare ciò che già esiste.

fotografia contemporanea

© Karim El Maktafi

Ancora, il talk con Mads Nissen, fotogiornalista danese vincitore del World Press Photo of the Year 2021. L’artista condividerà i suoi successi, così come i suoi fallimenti. Accompagnando il pubblico in uno splendido viaggio fotografico nella profonda giungla di Amazonas. O attraverso le immagini del suo ultimo libro sul conflitto in Colombia, dove è riuscito a entrare in contatto non solo con il presidente Santos, vincitore del Premio Nobel per la pace, ma anche con le FARC guerillas, i produttori di cocaina e i giovani killer.

Da non perdere anche le mostre di Karim El Maktafi, che indaga sulle identità delle “seconde generazioni”, dell’artista inglese Sam Gregg alla scoperta di Napoli e della fotografa Valeria Cherchi sul mondo criminale dietro ai sequestri di persona.

Info

Per arginare eventuale emergenza COVID-19, l’ingresso alle mostre così come alla fiera dell’editoria sarà contingentato e regolato da apposita segnaletica e informativa. Per aumentare la diffusione dell’evento sarà previsto il tour virtuale alle mostre stesse, mentre i talk saranno svolti all’aperto in spazi adeguatamente ampi.

www.radarphotofestival.it

Lascia un commento