Tag archive

siena

Effetto Araki: Siena celebra il grande fotografo

Siena celebra il grande fotografo giapponese Araki con una selezione di 2.200 immagini che percorrono oltre 50 anni di carriera.
La nuova grande mostra del maestro Nobuyoshi Araki, esposizione a cura di Filippo Maggia che raccoglie opere appartenenti a oltre venti serie prodotte dal fotografo giapponese dai primi anni sessanta ad oggi, s’inaugura giovedì 20 giugno, presso il complesso museale Santa Maria della Scala.
Araki ha voluto celebrare gli oltre 50 anni di attività (è del 1965 la sua prima mostra) con una selezione di 2.200 opere che ripercorre la sua lunga carriera artistica offrendo un panorama pressoché completo sulla sua sterminata produzione, assai complessa e articolata, ben oltre le immagini di bondage che l’hanno reso celebre in tutto il mondo.
Molte serie –Satchin and his brother Mabo, Sentimental night in Kyoto, August, Tokyo Autumn e altre ancora – vengono presentate per la prima volta in Italia, alcune sono inedite in Europa – come Anniversary of Hokusai’s Death e Gloves – e la raccolta Araki’s Paradise – fotografie che Araki scatta utilizzando la sua casa come un palcoscenico – è stata appositamente realizzata per Siena: un Araki dunque originale, riflessivo e emozionante che sembra voler riassumere in questa mostra la sua intera vicenda artistica e umana.

Effetto Araki: il percorso espositivo 

Lungo il percorso espositivo troviamo il racconto dedicato a Satchin and his brother Mabo, due ragazzini vicini di casa di Araki, immagini degli anni sessanta; Subway of Love, fotografie scattate nella metropolitana di Tokyo a cavallo degli anni settanta; ritratti classici di eleganti donne e uomini giapponesi e le composizioni intitolate Araki’s Lovers degli anni ottanta e novanta; una raffinata selezione di bondage; le immagini appartenenti a Tokyo Diary del decennio 2000-2010, diario fotografico che Araki aggiorna quotidianamente dal 1980, e la cronaca del 2017 intitolata Anniversary of Hokusai’s Death, in onore del grande pittore e incisore giapponese Katsushika Hokusai. Accanto al toccante Sentimental Journey in versione completa (il racconto del viaggio di nozze con la moglie Yoko in 108 fotografie in bianco e nero), viene proposta per la prima volta in Italia l’altrettanto emozionante lavoro intitolato Sentimental night in Kyoto; e poi ancora l’Amant d’Août, dedicata alla modella Komari; le fotografie realizzate in occasione dei 60 anni dalla fine della guerra, The 60th year after the End of the War, e una ventina di dittici dalla serie Tokyo Nude, architetture simboliche della capitale giapponese accostate a nudi femminili. Oltre alle Polaroid organizzate in tavoli, scatti che narrano del quotidiano vivere dell’artista a Tokyo, compaiono altre due recenti serie dedicate alla sua città natale: Tokyo Summer Story e Tokyo Autumn, brillante e luminosa la prima – come lo è la calda estate della capitale giapponese-, melanconica e intima la seconda, velata di luce crepuscolare.
Con le composizioni floreali, a celebrare la bellezza e la caducità della vita, viene presentata anche la serie Balcony of Love, fotografie organizzate sulla terrazza di casa animate dalla presenza del gatto Ciro, insostituibile compagno di vita del fotografo giapponese. A completare la mostra un video che presenta Araki mentre seleziona le opere della mostra insieme al curatore Filippo Maggia e un libro catalogo, edito da Skirà, con una selezione di 300 opere fra quelle in mostra.

Effetto Araki
Ente promotore Comune di Siena
Siena, complesso museale Santa Maria della Scala
Piazza del Duomo, 1
Fino al 30 settembre 2019
Mostra a cura di Filippo Maggia
Allestimento curato da Opera – Civita
http://www.santamariadellascala.com

Siena International Photo Awards: Beyond the Lens

Siena International Photo Awards: Beyond the Lens e altri appuntamenti

È giunto alla quarta edizione il Siena International Photo Awards, prestigioso concorso organizzato da Art Photo Travel che torna a Siena dal 28 ottobre al 2 dicembre. La Ex-distilleria “Lo Stellino”, un uovo spazio dal carattere industriale inaugurato per l’occasione, ospiterà  la mostra principale, Beyond the Lens, che accoglie 143 immagini di 48 fotografi, professionisti e non, provenienti da 37 Paesi. Gli scatti sono stati selezionati, tra i 48mila giunti a Siena, da una giuria internazionale di fotografi, redattori, editori ed esperti. Il vincitore sarà annunciato nel corso della cerimonia di premiazione, sabato 27 ottobre alle 17.30, al Teatro dei Rozzi.

Beyond the Lens: Il percorso espositivo sarà suddiviso in dieci aree

Il percorso espositivo sarà suddiviso in dieci aree, corrispondenti alle categorie in concorso: Libero colore, Libero monochrome, Viaggi & avventure, Persone e volti accattivanti, La bellezza della natura, Animali nel loro ambiente naturale, Architettura e spazi urbani, Sport in azione, Story-telling, Schizzi di colore.
Nel corso del Siena International Photo Awards sono previsti workshop, incontri con gli autori, rassegne e appuntamenti che permetteranno di esplorare l’universo della fotografia.

Dal 26 ottobre al 2 dicembre 2018, la Basilica di San Domenico ospiterà  Sky’s the limit, la prima collettiva realizzata in Italia sulla fotografia aerea, con una selezione tra le più belle opere premiate ai Drone Awards

Siena International Photo Awards: Beyond the Lens
Ex-distilleria “Lo Stellino” – Via Fiorentina 95
dal 28 ottobre al 2 dicembre 2018

 
Immagine in evidenza
Above The Polar Bear, 2018 © Florian Ledoux

Partecipa alla IV° Edizione del Premio di Fotografia Siena International Photo Awards

 

Siena International Photo Awards


 

© Alessandra Meniconzi (Switzerland

 

 

 

Partecipa alla IV° Edizione del Premio di Fotografia Siena International Photo Awards, dedicato a fotografi amatoriali e professionisti di tutto il mondo.

Un’opportunità di essere selezionati tra i vincitori, di poter essere esposti alla mostra Beyond the Lens, di ricevere l’ambito Premio Pangea e di partecipare come ospite d’onore alla cerimonia di premiazione che si terrà nell’incantevole Teatro dei Rozzi di Siena.


Per iscriverti hai tempo fino al 31 gennaio 2018. Per iscriverti ora clicca qui 

 

I vincitori saranno pubblicati in centinaia di riviste tra le più famose e prestigiose a livello internazionale. Le foto dell’edizione 2017 del concorso sono state pubblicate su più di 300 riviste, siti Web e giornali di tutto il mondo, inclusi The Figaro, The Guardian, USA NPR National Public Radio, Lonely Planet, Der Spiegel, GEO-Foto, Daily Mirror, DigitalPHOTO-Magazine, El Pais, Digital Photo, raggiungendo una vasta copertura mediatica.

I vincitori saranno premiati a Siena con il “Premio Pangea” durante la cerimonia che si terrà in occasione di una spettacolare serata di gala. Cogli l’opportunità di esporre il tuo lavoro a Siena, di essere visto dagli addetti del settore della fotografia e di avere il tuo lavoro esposto al Siena International Photo Awards Festival.

I vincitori del Siena International Photo Awards saranno inoltre pubblicati e veicolati in tutto il mondo attraverso gli importanti Media Partners del SIPAContest.


 

© Emmanuel Rondeau (France)


 

Per maggiori informazioni sul contest clicca qui

 

 

 

 

Siena celebra le arti visive con l’edizione 2017 del Siena International Photo Awards Festival

© Filippo Borghi, il cormorano

Un mese di eventi, workshop e incontri con ospiti le firme più prestigiose della fotografia mondiale

Siena celebra le arti visive con l’edizione 2017 del Siena International Photo Awards Festival

La mostra fotografica “Beyond the Lens” sarà aperta dal 29 ottobre fino al 30 novembre negli spazi espositivi dell’Ex Distilleria “Lo Stellino”


Randy Olson, Beef Empire Days Rodeo

Siena capitale della fotografia internazionale torna al centro degli obiettivi di tutto il mondo in occasione della terza edizione del ‘Siena International Photo Awards Festival’.

L’evento che celebra le arti visive, proporrà un ricco calendario di eventi, in programma da venerdì 27 ottobre fino al 30 novembre, a partire dalla speciale mostra ‘Beyond the Lens’ che raccoglie i migliori scatti del ‘Siena International Photography Awards’, il contest di fotografia che ha registrato la maggiore partecipazione internazionale di sempre, raccogliendo oltre 45 mila immagini in gara, opere di fotografi professionisti, dilettanti e amatori provenienti da 161 Paesi di tutto il mondo. Un mese intero per immergersi nella bellezza delle immagini e del territorio, approfondendo tecniche e conoscenze nel campo fotografico, attraverso workshop, photo tour ed eventi.


© Ami Vitale

La cerimonia di premiazione del Sipa 2017. Il Festival si aprirà ufficialmente sabato 29 ottobre con la cerimonia di premiazione del ’Siena International Photography Awards’, in programma alle ore 17.30 al Teatro dei Rozzi. Durante la cerimonia saranno assegnati i riconoscimenti ai primi classificati di ciascuna delle 10 categorie in gara e verrà decretato il vincitore assoluto, a cui andrà il titolo di Photographer of the Year SIPAContest 2017. Una giuria internazionale formata da 26 tra le firme più prestigiose della fotografia mondiale – tra cui Timothy Allen, Dave Black, Alex Noriega, David Lazar, Adrian Dennis, Sophie Stafford, David Shultz – ha scelto tra le migliaia di immagini in concorso nelle dieci categorie in gara: libero colore; libero monochrome; viaggi & avventure; persone e volti accattivanti; la bellezza della natura; animali nel loro ambiente naturale; architettura e spazi urbani; sport in azione; portfolio storytelling e il ghiaccio fragile, tema dell’anno 2017. Seguirà, alle 20.30, la Cena di Gala per celebrare l’arte della fotografia anche a tavola in compagnia dei piatti della migliore tradizione toscana.

In mostra gli scatti più belli nell’esposizione ‘Beyond the Lens’. La fotografia sarà protagonista a Siena per oltre un mese con la mostra ‘Beyond the Lens’, in programma da domenica 29 ottobre e fino a giovedì 30 novembre 2017, nei nuovi spazi espositivi dell’ex distilleria dello Stellino, in Via Fiorentina. Lo spazio che risale alla prima metà del ‘900 e si caratterizza per il forte carattere industriale, ospiterà la collettiva che raccoglie le immagini vincitrici del SIPAContest 2017 e una selezione delle più belle foto in concorso. Un’opportunità speciale per ammirare a Siena, per un mese, gli scatti appartenenti alle 10 categorie in concorso e fare così il giro del mondo attraverso i particolari e gli attimi irripetibili immortalati dagli oltre 45 mila obiettivi provenienti da 161 Paesi del Mondo. La cerimonia di inaugurazione della mostra si terrà domenica 29 ottobre alle ore 10.30, alla presenza degli autori che, nell’occasione, avranno la possibilità di raccontare i propri scatti e di rispondere alle domande del pubblico.


© James Smart

Il calendario dei workshop per approfondire tecniche e strumenti. Tanti anche i momenti dedicati alla formazione e all’approfondimento di tecniche e strumenti. Dal workshop “Photoshop e Lightroom” di venerdì 27 ottobre, in compagnia Marianna Santoni, considerata un ‘Guru di Photoshop’ con all’attivo premi e riconoscimenti per la sua attività di ricerca, la sua carriera e le sue qualità di docente e divulgatrice in Italia e all’estero. Fino alla lezione di lunedì 30 ottobre dedicata all’apprendimento delle tecniche di impostazione della fotocamera.

‘A tu per tu’ con gli scatti di Randy Olson e Ami Vitale. La grande fotografia, inoltre, “sale in cattedra” al SIPA con due incontro speciali, in programma venerdì 27 ottobre, che porteranno a Siena due grandi nomi del fotogiornalismo internazionale: Randy Olson e Ami Vitale che presenteranno a Siena le spettacolari immagini realizzate per la rivista National Geograpghic. Un’occasione unica per conoscere, attraverso immagini straordinarie, gli inediti racconti di viaggio che Olson ha realizzato negli angoli più remoti del nostro pianeta, per raccontare le preziose risorse che l’uomo ha imparato a sfruttare e i luoghi inospitali a cui ha saputo adattarsi tra mille difficoltà, in continua lotta per la sopravvivenza. S’ispira alla sua filosofia di ‘vivere la storia’, invece, l’incontro con Ami Vitale, che a Siena ‘metterà in mostra’ le spettacolari immagini che ha realizzato, vivendo in capanne di fango e zone di guerra, contraendo la malaria e indossando un costume da panda per documentare i diversi aspetti legati al tema della conservazione dell’ambiente.

La crisi ucraina vista da Giorgio Bianchi. Il fotogiornalismo contemporaneo sarà protagonista anche sabato 28 ottobre in occasione dell’incontro con il fotoreporter romano Giorgio Bianchi che, dopo cinque viaggi in quattro anni in Donbass, regione dell’Ucraina orientale, racconterà la guerra in Ucraina, un conflitto invisibile di cui nessuno sembra accorgersi e che si combatte dal 2014 tra l’esercito governativo di Kiev e le milizie filorusse.


© Filippo Borghi, il cormorano

Photo tour e visite guidate a portata di scatto. Le tradizioni secoli, la natura e il territorio senese saranno al centro suggestivi tour ed escursioni inedite, dal photo tour del Chianti al tramonto di venerdì 27 ottobre al percorso alla scoperta del centro storico di Siena, patrimonio dell’Unesco e del Palio di Siena di sabato 28 ottobre per immortalare il connubio di colori, tradizioni ed emozioni tramandate da quattro secoli. Da non perdere anche l’appuntamento con ‘One shot together’, in programma domenica 29 ottobre alle ore 12.45, per scattare tutti insieme una foto ricordo in Piazza del Campo.


Info e social. Il ‘Siena International Photo Awards Festival’ è promosso dall’associazione culturale Art Photo Travel, con il patrocinio del Ministero degli Esteri, di Comune e Università di Siena. Main Partner dell’evento sono Simply Etruria; Rete Ivo, Internet Veloce Ovunque e la catena di negozi specializzati foto/video “Il Fotoamatore”. Per informazioni è possibile consultare i siti web www.artphonetravel.itwww.sipacontest.com e i canali social Facebook sipacontest; Instagram @sipacontest; Twitter SIPAContest e YouTube Siena International Photography Awards.

Proclamati i vincitori del Siena International Photo Awards Festival

© Shengli Zhou (China)
Un mese di eventi, workshop e incontri con ospiti le firme più prestigiose della fotografia mondiale
Siena celebra le arti visive con l’edizione 2017 del Siena International Photo Awards Festival

© Shengli Zhou (China)

La mostra fotografica “Beyond the Lens” sarà aperta dal 29 ottobre fino al 30 novembre negli spazi espositivi dell’Ex Distilleria “Lo Stellino”.

Siena capitale della fotografia internazionale torna al centro degli obiettivi di tutto il mondo in occasione della terza edizione del ‘Siena International Photo Awards Festival’. L’evento che celebra le arti visive, proporrà un ricco calendario di eventi, in programma da venerdì 27 ottobre fino al 30 novembre, a partire dalla speciale mostra ‘Beyond the Lens’ che raccoglie i migliori scatti del ‘Siena International Photography Awards’, il contest di fotografia che ha registrato la maggiore partecipazione internazionale di sempre, raccogliendo oltre 45 mila immagini in gara, opere di fotografi professionisti, dilettanti e amatori provenienti da 161 Paesi di tutto il mondo. Un mese intero per immergersi nella bellezza delle immagini e del territorio, approfondendo tecniche e conoscenze nel campo fotografico, attraverso workshop, photo tour ed eventi.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Terry O’Neill in mostra a Siena

Terry O'Neill, David Bowie for his album Diamond Dogs, London 1974. Courtesy IconicImages

Il destino di Terry O’Neill, classe 1938, come famoso musicista Jazz sembrava già segnato quando, quasi per caso, si trova tra le mani una macchina fotografica e inizia ad immortalare molti dei protagonisti dell’effervescente periodo in seguito definito Swinging London.


Terry O’Neill, David Bowie for his album Diamond Dogs, London 1974. Courtesy IconicImages

All’inizio degli anni Sessanta, mentre i suoi colleghi si concentravano su guerre, terremoti e politica, O’Neill capisce come la cultura giovanile, che stava venendo prepotentemente fuori in quel periodo, fosse una “braking news”.
Comincia così a fotografare il mondo della musica e del cinema.
Da quel momento la sua carriera non si è più fermata. In continuo movimento tra il Vecchio e il Nuovo Continente, Terry O’Neill ha ritratto per tutta la sua lunga carriera politici, divi del cinema e della musica: dai Beatles, ai Rolling Stones, passando per gli eccentrici David Bowie ed Elton John fino alle grandi Top Model degli anni ‘90 e 2000 Kate Moss e Naomi Campbell.
Una sorta di diario del Jet Set mondiale lungo una vita.

Ph Neutro nella sua sede di Siena è lieta di presentare parte del vasto archivio del Maestro con una mostra comprensiva di 25 scatti accompagnati da un video nel quale il fotografo narra aneddoti e retroscena della sua lunga carriera.


INFO

Da giovedì 28 settembre a domenica 26 novembre
Ph Neutro. Via delle terme, 45. Siena T. 0577051079
Orari Galleria: da martedì a domenica:10.30-13/ 16-19.30


[amz-related-products search_index=’All’ keywords=’henri cartier-bresson’ unit=’list’]

SIPAContest – Oggi al via la nuova edizione del Siena International Photography Awards

Tante le novità del concorso internazionale di fotografia, alla sua terza edizione
Oggi al via la nuova edizione del SIPAContest 2017
Si accende la sfida tra i fotografi di tutto il mondo
Iscrizioni dal 15 dicembre 2016 al 15 febbraio 2017. Tema dell’anno: ghiaccio fragile


logosipa


SIENA. Fotografi di tutto il mondo preparatevi: è già tempo per una nuova edizione del concorso Siena International Photography Awards, meglio conosciuto come SIPAContest. Da ieri, giovedì 15 dicembre, ci sono due mesi di tempo per partecipare: i fotografi professionisti, dilettanti e amatori di tutto il mondo potranno inviare le foto più belle del proprio portfolio fino al 15 febbraio 2017. Le categorie in gara restano dieci: libero colore; libero monochrome; viaggi & avventure; persone e volti accattivanti; la bellezza della natura; animali nel loro ambiente naturale; architettura e spazi urbani; sport in azione; portfolio storytelling e il ghiaccio fragile, tema dell’anno 2017.


Ghiaccio fragile, categoria novità 2017. Ghiacciai e regioni polari in un pianeta che cambia: è anche su questo tema che i fotografi saranno chiamati a sfidarsi con l’obiettivo di rappresentarne bellezza e fragilità. “Sebbene il ghiaccio abbia il potere di scolpire le montagne e di creare praterie e laghi, la sua forza sta diminuendo giorno dopo giorno – sottolinea il direttore artistico del SIPAContest, Luca Venturi. Per questo abbiamo scelto di accendere i riflettori su questa tema. Cerchiamo immagini nella parte più settentrionale della terra o più a sud, in Antartide, che mostrino la sua incredibile bellezza: elegante e fragile. Questa raccolta di fotografie catturate in ogni parte del mondo farà da stimolo a una serie di attività e iniziative, che sveleremo nel corso dei prossimi mesi, sia a carattere divulgativo che scientifico, sul tema del progressivo scioglimento dei ghiacciai artici causato dal riscaldamento globale”.

Giuria internazionale, le new entry. Saranno anche quest’anno molti i componenti della giuria cui spetterà il difficile e stimolante compito di valutare le immagini in concorso. Tra loro alcune tra le firme più prestigiose della fotografia mondiale: insieme a Melissa Farlow, Beth Wald e Tomasz Tomaszewski, già in giuria nell’edizione 2015 e 2016 del contest, entrano Ben de la Cruz, pluripremiato video produttore documentarista e giornalista multimediale, nonché picture editor della rete pubblica americana NPR; David Lazar, fotografo di viaggio australiano e Marco Pinna, redattore di National Geographic Italia per cui copre il ruolo di photoeditor e ricercatore iconografico. Conferme per altri nomi illustri: Ami Vitale, fotografa e regista di reportage, Nikon Ambassador e collaboratrice di National Geographic Magazine; Timothy Allen, fotografo britannico di fama mondiale nonché responsabile della serie TV Human Planet per la BBC; Sarah Gilbert, Picture Editor per il The Guardian US a New York.

I tempi del contest. La prima scadenza per la sottomissione delle immagini è la early bird dell’8 gennaio 2017, che darà il diritto di accedere a un’iscrizione a prezzo scontato, a seconda del pacchetto scelto. La data di chiusura del contest è fissata alle ore 24.00 del 15 febbraio 2017. La votazione della giuria si terrà dal 15 marzo al 15 maggio, mentre ad aprile sarà data comunicazione delle foto finaliste per l’invio del file di stampa in alta definizione. La comunicazione dell’esito del concorso ai premiati è fissata al 10 giugno. Ai partecipanti che andranno in nomination sarà richiesto di presentare i file RAW o i file originali di scatto. Nelle categorie open color e open monochrome sono invece ammessi tutti i tipi di editing, digital blending, layering.


I premi. Il contest prevede diverse categorie di premi: SIPAContest Photographer of the Year, il vincitore assoluto a cui andrà un premio in denaro e la preziosa sfera di cristallo Pangea; il SIPAContest Storyboard Winner; SIPAContest Category Winner e SIPAContest Student Category Winner; 2° e 3° posto per ogni categoria; SIPAContest Honorable Mention e Remarkable Artwork Winner e Best Author. Pangea, il premio che verrà consegnato ai vincitori (assoluto, di categoria e Best Author) è opera dell’artista toscano Carlo Pizzichini.

Info. Il Siena International Photography Award è promosso dall’associazione culturale Art Photo Travel. Per informazioni sul concorso è possibile consultare il sito web www.sipacontest.com e i canali social Facebook sipacontest; Instagram @sipacontest; Twitter SIPAContest e YouTube Siena International Photography Awards.

Siena International Photography Awards

Stanno arrivando da tutto il mondo e sono già tantissime. Sono le immagini in gara per la 2° edizione del concorso fotografico Siena International Photography Awards (SIPAContest) promosso dall’associazione Art Photo Travel e da Viaggi&Miraggi, con il patrocinio di Comune di Siena. Per partecipare c’è ancora tempo fino al 9 maggio 2016: il premio è aperto a fotografi professionisti, dilettanti e  amatori, e si avvale di una giuria internazionale qualificata, dove figurano importanti collaboratori di National Geographic e fotografi di fama mondiale come Timothy Allen, Pete Oxford, Melissa Farlow, Tomasz Tomaszewski, Richard Olsenius, Walter Astrada, che quest’anno affiancheranno Francesco Cito, uno tra i migliori fotoreporter italiani di sempre e Stefano Unterthiner, il fotografo naturalista italiano più noto a livello internazionale. Il concorso fotografico, già alla sua prima edizione, ha registrato la maggiore partecipazione internazionale di sempre, con decine di migliaia di immagini provenienti da oltre 100 paesi nel mondo.

Le categorie in concorso sono dieci, di cui una riservata alla sezione Portfolio: tema libero a Colori, tema libero in Bianconero, Fotografia di viaggio, Persone e Ritratti, Natura, Wildlife, Architettura, Sport, Il Vino, Storyboard, ovvero sequenze di immagini che raccontino una storia. Molti i riconoscimenti assegnati, che andranno ai primi classificati di ciascuna categoria, per un montepremi complessivo di oltre 3.000 euro. Al vincitore assoluto andrà il titolo di Siena Photographer of the Year 2016, un premio in denaro ed una visibilità internazionale garantita dai numerosi magazine partner del Premio Internazionale di Fotografia.

Premiazione e mostra ad ottobre. Il concorso si concluderà con una cerimonia di premiazione che si terrà a Siena il 29 ottobre 2016 presso il Teatro dei Rozzi, in concomitanza con l’inaugurazione della mostra “Beyond the Lens” che esporrà, oltre alle opere premiate, centinaia di fotografie tra le migliori in concorso. La rassegna sarà uno dei principali eventi del Siena Art Photo Travel Festival che a novembre esporrà mostre personali e collettive di fotografi di fama internazionale che attrarranno nella cittadina toscana numerosi appassionati di fotografia, di arte e di cultura, offrendo un’occasione in più per visitare la città e le sue straordinarie bellezze. Un affascinante viaggio attraverso la fotografia e la città, ma anche un invito a guardare oltre l’obiettivo per farsi sorprendere dalla bellezza di volti e situazioni di vita quotidiana, incontaminati contesti della natura o divertenti ritratti di animali e insetti che gli autori hanno “catturato” grazie alla conoscenza degli ambienti, alla loro creatività e pazienza, alla capacità di esprimersi con una macchina fotografica.

Le iscrizioni si sono aperte il 15 dicembre scorso e per partecipare c’è ancora tempo fino al 9 maggio 2016.

Siena International Photography Awards

Website: www.sipacontest.com

Siena Art Photo Travel Festival

Website: www.artphototravel.it

Email

info@sipacontest.com

Siena, città della fotografia. Dal 29 ottobre al 30 novembre torna l’Art Photo Travel Festival

Per oltre 30 giorni mostre, workshop, photo tour e seminari con fotografi internazionali

Una finestra aperta sul mondo. È Siena, città della fotografia. Dal 29 ottobre al 30 novembre torna l’Art Photo Travel Festival01_OpenColor

Il Festival si aprirà con la premiazione del Siena International Photography Awards: 45 mila gli scatti in concorso da 127 paesi del mondo

  • 29 ottobre 2016: inaugurazione del Festival e premiazione della seconda edizione del Siena International Photography Awards: 45 mila immagini in gara da 127 Paesi
  • ‘Beyond the Lens’: ai Magazzini del Sale di Palazzo Pubblico in mostra per un mese le foto vincitrici del contest. Due le monografiche, per le categorie Il Vino e Storyboard
  • Otto mostre personali di grandi nomi della fotografia internazionale, da Melissa Farlow a Francesco Cito
  • 15 workshop, 24 photo tour, 2 conferenze e tanti eventi collaterali

Per oltre trenta giorni, dal 29 ottobre al 30 novembre 2016, la città di Siena accoglie la grande fotografia internazionale con la seconda edizione di Siena Art Photo Travel Festival, una finestra aperta sul mondo e meta d’incontro per centinaia di professionisti, appassionati e giovani talenti. Dopo il successo dello scorso anno, che ha richiamato nella città del Palio grandi nomi della fotografia internazionale, l’edizione 2016 del Festival si presenta ancora più ricca di iniziative e opportunità. Undici mostre tra esposizioni collettive e personali in altrettante suggestive location del centro storico di Siena saranno il cuore di un evento che propone anche decine di appuntamenti tra workshop, photo tour, conferenze e occasioni di incontro informale con autori e fotografi internazionali: da Melissa Farlow, premio Pulitzer e fotoreporter di National Geographic, in giuria già dalla prima edizione del contest, a Timothy Allen, fotografo di fama mondiale e responsabile della serie TV Human Planet per la BBC, fino a Majid Saeedi, documentarista iraniano che ha dedicato al racconto del popolo afgano gli anni più recenti della propria attività professionale di fotografo. In occasione del Festival saranno presenti a Siena anche Randy Olson, Francesco Cito, Stefano Unterthiner, Luca Bracali e Marco Urso.01_OpenMonocrome

La premiazione del SIPAContest inaugura il Festival. Il Festival si aprirà ufficialmente sabato 29 ottobre con la cerimonia di premiazione del Siena International Photography Awards (SIPAContest), concorso fotografico internazionale che, per l’edizione 2016, vede la partecipazione di oltre 45 mila immagini opere di fotografi professionisti, dilettanti e amatori provenienti da 127 paesi del mondo. Ogni scatto andrà ad arricchire una delle nove categorie in gara: libero colore; libero bianconero; fotografia di viaggio; persone e ritratti; natura; wildlife; architettura, sport; il vino (novità 2016) e storyboard. A decretare il vincitore assoluto e i primi classificati per ogni categoria sarà una giuria composta da ventisei tra le firme più prestigiose della fotografia mondiale: Melissa Farlow, Beth Wald, Tomasz Tomaszewski – già in giuria nell’edizione 2015 del contest – saranno affiancati da professionisti quali Ami Vitale, Karen Kasmauski, Dave Black, Richard Olsenius e Stefano Unterthiner, solo per citarne alcuni. Sul sito del contest, nella sezione giuria, è disponibile l’elenco completo dei componenti, con i relativi profili. La cerimonia di premiazione si svolgerà alle ore 18 presso il Teatro dei Rozzi, dove la sfera di cristallo Pangea sarà consegnata al ‘Photographer of the Year SIPAContest 2016’ e ai vincitori di ogni categoria in gara. Alle 20.30, a due passi da Piazza del Campo, sotto le antiche colonne del Tartarugone di Piazza del Mercato, si svolgerà il Gran Galà.

‘Beyond The Lens’: la mostra tributo delle foto vincitrici del SIPAContest. Si intitola ‘Beyond the Lens’ la rassegna fotografica collettiva che raccoglierà le immagini vincitrici del SIPAContest 2016 e una selezione delle più belle foto in concorso. Un omaggio all’attimo irripetibile immortalato dai fotografi di tutto il mondo che si sono guadagnati il podio del contest, che potrà essere ammirato in uno spazio unico: i Magazzini del Sale del Palazzo Pubblico di Siena, in Piazza del Campo, che conserva capolavori del periodo d’oro dell’arte senese, tra cui l’affresco dell’Allegoria ed effetti del Buono e del Cattivo Governo di Ambrogio Lorenzetti. Per tutta la durata del Festival sarà inoltre possibile ammirare una selezione d immagini in concorso per le categorie Il vino e Storyboard. La prima raccolta trova la giusta collocazione nelle splendide grotte a mattoni dell’Enoteca Italiana, all’interno della Fortezza Medicea, mentre la seconda sarà ospitata nella sede storica dell’Arciconfraternita di Misericordia con un reportage di immagini che raccontano aspetti diversi della cronaca, della natura e del territorio.

vincitore_assoluto-SIPA2015

Otto mostre per otto autori di fama internazionale. Location uniche, nel cuore storico della città, ospiteranno per tutto il mese di novembre anche mostre personali di otto grandi fotografi che hanno scelto Siena e il suo Festival: Melissa Farlow, Randy Olson, Timothy Allen, Majid Saeedi, Melissa Farlow, Luca Bracali, Vittorio Guida, Francesco Cito e Marco Urso. Ad accogliere gli straordinari scatti immortalati da Timothy Allen durante i suoi reportage negli habitat più ostili del pianeta e raccolti nella rassegna ‘End of the road’ saranno le sale della Biblioteca degli Intronati, mentre l’Accademia dei Rozzi sarà la cornice della mostra ‘Duality’, omaggio a Melissa Farlow e Randy Olson, che presenteranno un abbinamento di fotografie provenienti da oltre 50 lavori effettuati per National Geographic in 48 paesi del mondo. L’atmosfera e le architetture trecentesche del complesso museale Santa Maria della Scala, in Piazza Duomo, faranno da sfondo alla mostra “Il Palio di Siena in B&W” di Francesco Cito, tra i più celebri reporter del mondo. Un incessante sussulto di emozioni, suggestioni e fascino per una raccolta di scatti realizzata nel corso di oltre 10 anni di attività e che è valsa a Cito il primo premio al World Press Photo del 1996. Le antiche sale del Santa Maria ospiteranno inoltre l’installazione di Vittorio Guida, ‘Where are we now?’, un tributo al mondo contemporaneo attraverso un linguaggio primitivo e digitale, fatto di proiezioni, paure e speranze. Alla biodiversità e alla natura saranno dedicate due mostre: ‘Pianeta Terra. Un mondo da salvaredel fotoreporter Luca Bracali ospitata, presso l’Istituto d’Arte Duccio Buoninsegna e ‘Il signore dell’Artico, l’orso polare e il suo habitat’, di Marco Urso, allestita negli spazi seicenteschi del Museo di Storia Naturale dell’Accademia delle Scienze.

Un omaggio al Medio Oriente con la mostra di Majid Saeedi. In occasione dell’Art Photo Travel Festival sarà inaugurato a Siena un nuovo spazio espositivo nella parte Nord della città. Sarà infatti la Ex Distilleria dello Stellino, in Via Fiorentina, risalente alla prima metà del ‘900 e riqualificata in concomitanza del Festival, ad ospitare la mostra del documentarista iraniano Majid Saeedi. Il grande spazio, dal carattere industriale, è stato appositamente scelto per ospitare un’esposizione dedicata all’Afghanistan e alle immagini raccolte in questa terra di continui conflitti e occupazioni militari.

Workshop, photo tour, conferenze ed altri eventi. Siena Art Photo Travel Festival offrirà agli appassionati di fotografia, ma anche a fotografi professionisti, l’opportunità di partecipare a workshop fotografici e a corsi di postproduzione. Ad aprire il calendario degli eventi formativi sarà Melissa Farlow, fotografa di National Geographic, con il corso sulla fotografia documentaria che si terrà domenica 30 ottobre al Grand Hotel Continental. Una delle maggiori professioniste nel campo della fotografia digitale, Marianna Santoni, considerata un Guru di Photoshop, metterà a disposizione la propria competenza tenendo ben undici workshop tematici, dal 4 al 27 novembre. La cucina senese sposerà la passione per la fotografia con gli appuntamenti A cena con (Giorgio Bianchi; Fausto Podavini; Luca Bracali; Marco Urso), che si terranno in alcuni dei locali più apprezzati del centro storico.

Tra le conferenze, due appuntamenti su tutti: il 29 ottobre, “Fotogiornalismo e Reportage nei paesi in guerra”, con Francesco Cito, e il 18 novembre, “Dalla passione alla professione. Come si diventa reporter”, con Luca Bracali. Entrambi gli incontri sono validi per l’assegnazione di 4 crediti formativi agli iscritti all’Ordine dei Giornalisti. Il calendario degli appuntamenti, tutti su prenotazione, è disponibile su www.artphototravel.it. Per tutta la durata dell’evento sarà inoltre possibile partecipare a photo tour guidati alla scoperta di Siena e della sua provincia che vanta la presenza di quattro siti patrimonio Unesco. La lista dei photo tour è disponibile sul sito, con possibilità di scelta tra 24 appuntamenti, dalla scoperta della Val d’Orcia con le luci dell’alba al percorso podistico tra i territori delle 17 contrade accompagnati dallo staff del Siena Urban Running&Walking. Per gli ospiti di tutto il mondo interessati a raggiungere la città in occasione del Festival, sarà possibile usufruire delle strutture convenzionate attraverso un voucher scaricabile dal sito web e accedere ai prezzi e agli sconti riservati da hotel, ristoranti e negozi partner dell’evento.

“Siamo orgogliosi – commenta Luca Venturi, ideatore e direttore artistico del Festival – di presentare al mondo una seconda edizione del Siena Art Photo Travel più matura, composita e ricca di appuntamenti. In due anni abbiamo creato un evento importante, che travalica i confini della città di Siena e porta in Italia centinaia di persone accomunate dalla passione per questa splendida arte che è la fotografia, per l’amore del bello in ogni sua forma. Credo che questo successo, che trova conferma nei numeri e nel rilievo dei professionisti di fama internazionale che hanno scelto di esserci e di scommettere sul nostro giovane progetto, ci pone oggi alla pari con i grandi Festival di fotografia del mondo. Siamo partiti da un sogno, che giorno dopo giorno ha trovato linfa per crescere nel sostegno e nell’entusiasmo dei partecipanti, delle istituzioni, dei partner che ci stanno accompagnando in questo percorso. A novembre Siena ‘parlerà’ con la fotografia e sarà uno spettacolo unico. Mi auguro che saranno in tanti a volerne godere perché partecipare, esserci e crederci, sarà il modo migliore per aiutarci a crescere ancora”.

Promotori. Siena Art Photo Travel Festival è promosso dall’associazione culturale Art Photo Travel con il patrocinio del Comune di Siena. Per informazioni sul Festival e sul concorso è possibile consultare i siti web www.artphototravel.it e www.sipacontest.com, la Pagina Facebook, il profilo Instagram e il canale Youtube, dove è disponibile anche l’Official Trailer 2016.

Ultimi giorni per partecipare alle selezioni per Siena International Photo awards

Siena International Photo Contest: chiusura iscrizioni spostata al 15 maggio.

I fotografi di tutte le abilità sono invitati a presentare le loro migliori immagini ed i loro portfolii al concorso fotografico italiano con la maggiore partecipazione internazionale.
Le foto vincitrici, oltre ad una selezione delle migliori immagini, verranno pubblicate su riviste internazionali, in un prestigioso volume fotografico e saranno esposte al pubblico di migliaia di persone nella splendida Mostra Beyond the Lens.

Visita il sito ufficiale di SIPAContest per effettuare l’iscrizione!

Vladimir Proshin (RU) - Lishui (China)
Vladimir Proshin (RU) – Lishui (China)

0 0,00
Go to Top