Il controllo del contrasto e la scelta del soggetto sono fondamentali per ottenere una buona conversione in bianco e nero.

10 Agosto 2022 di Redazione Redazione

Scopriamo come ottenere un bianco e nero perfetto. Molti scatti, infatti, funzionano bene in scala di grigi, ma un piccolo aiuto può migliorare la conversione…

Un bianco e nero perfetto

Convertendo in b/n una serie di scatti a colori ci accorgeremo che alcuni rendono meglio di altri. Come abbiamo visto in precedenza, uno dei fattori che determina il successo di una foto in b/n è la gamma dei suoi valori di luminosità.

L’altro parametro di cui tenere conto è il tipo di soggetto. Scatti con forti contorni e aree tonali ben distinte funzionano meglio di immagini con bordi confusi e troppi dettagli. Insieme, questi fattori stabiliscono quanto contrasto contenga la nostra foto.

Siccome potremo lavorare in post-produzione con un numero limitato di grigi (256 livelli), è proprio il contrasto a diventare un elemento fondamentale nella creazione dell’immagine monocromatica.

Questione di contrasto

Per ottenere una bella immagine monocromatica, abbiamo bisogno di creare dei forti contrasti tra le diverse zone della nostra foto di partenza e, a seconda del soggetto, all’interno delle aree stesse. Se uno scatto vanta una buona gamma di valori di luminosità da cui cominciare, potrebbe bastare poco per sistemare l’immagine. Non più che qualche intervento sull’esposizione e sul contrasto usando strumenti come i Livelli e le Curve (e magari un tocco di Scherma e Brucia qua e là).

In ogni caso, ricordiamoci che non è impossibile trasformare una foto che contiene poche variazioni tonali in una fantastica immagine mono, a patto che possieda una discreta varietà di colori da cui partire per creare un’ampia scala di toni di grigio – intervenendo su uno specifico colore o su un intero canale, e massimizzare così il contrasto.

Scegliamo il soggetto

Sfoglia la gallery per scoprire quali soggetti funzionano meglio se convertiti in bianco e nero, e perché.

Leggi anche
Regoliamo il contrasto di un’immagine con i cursori Contrasto e Chiarezza

Lascia un commento

qui