Inaugura l’11 febbraio all’Acquario Civico di Milano la mostra di Luca Casonato Riaffioramenti – Asia on my mind.

4 Febbraio 2022 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Si intitola Riaffioramenti – Asia on my mind la mostra di Luca Casonato ospitata all’Acquario Civico di Milano dall’11 febbraio al 13 marzo 2022. Curata da Giovanni Pelloso, l’esposizione riunisce novanta opere di piccole, medie e grandi dimensioni. Protagoniste le magnifiche carpe che popolano gli stagni del giardino Qinghui a Daliang in Cina.

Luca Casonato e il giardino Qinghui

Alberi, fiori, rocce, padiglioni e bacini d’acqua scandiscono Qinghui, classico giardino cinese in cui si percepisce pienamente l’armonia del rapporto tra l’uomo e il paesaggio naturale. Visitato da Luca Casonato nel 2010, ora rivive nelle sue opere.

Fotografie stampate in bianco e nero, su cui l’artista interviene colorando a mano con inchiostri di china il medesimo soggetto. Offrendo così lo spunto per una riflessione sulla memoria visiva e sull’inafferrabilità del colore.

Luca Casonato
Riaffioramenti © Luca Casonato

Commenta Giovanni Pelloso: «Foglio dopo foglio, nella ricorsività del gesto, in quel continuo ritorno all’inizio, sempre uguale, nel suo cominciamento, e sempre diverso, nel suo epilogo, riporta a una dimensione dell’essere».

«Ciò che affiora alla mente non è una memoria ascrivibile a un’azione di duplicazione della realtà, tale da potersi ritenere oggettiva e cristallina. Ma il risultato di un’esperienza della visione e della rievocazione filtrata da un carico emotivo ricco di suggestioni e di fascinazioni, di pulsioni dell’animo e di invenzioni immaginative che fa di quel vissuto non solo una storia personale e particolare, ma oltremodo incapace di rendersi definitiva poiché sempre in grado di accogliere nuove impressioni e reminiscenze».

«L’opera di Luca Casonato ci ricorda, in un mondo dove tutto si vorrebbe indubitabile e immutabile, dove a tutto è chiesto di cadere nella cesta della logica e del dato analitico, della contabilità e del metodo sperimentale, di quanto l’uomo sia un essere inafferrabile, capace di sottrarsi a ogni pretesa».

Luca Casonato

Conseguita la laurea in ingegneria edile e la specializzazione in fotografia, decide di completare la sua formazione professionale nel delicato ruolo di assistente. Sarà Gabriele Basilico il suo mentore per alcuni anni (2004-2006).

Sin dall’inizio, per scelta autoriale, affianca all’attività professionale di fotografo una costante ricerca artistica rivolta alla rappresentazione del frammentato paesaggio contemporaneo e all’estetica dell’ingegneria. È stato insignito di numerosi riconoscimenti tra cui l’International Photo Awards.

Info

La mostra è allestita presso l’Acquario Civico di Milano (Viale G. Gadio 2).

Orari: martedì – domenica, ore 10-17.30, ultimo ingresso ore 17 (con biglietto). Chiusura biglietteria ore 16:30. Chiuso il lunedì.

www.acquariodimilano.it 

Lascia un commento