Tag archive

nikon

Nikon Yellow Days: alla scoperta della gamma Nikon Z

Stanno arrivando i Nikon Yellow Days, quattro appuntamenti gratuiti dedicati alla fotografia e al videomaking che si terranno il 16 novembre a Roma (Centro Congressi Trevi), il 23 novembre a Padova (Villa Borromeo), il 30 novembre a Torino (Nital) e il 7 dicembre a Catania (SAL Catania). In ogni tappa, appassionati e professionisti potranno scoprire la gamma delle Nikon Z – in particolare la nuova Z 50, la prima mirrorless “per tutti” –, le reflex digitali, le ottiche NIKKOR e i numerosi accessori che compongono il Nikon Total Imaging System. Oltre all’area touch & try, dove saranno allestiti diversi set di prova, durante i Nikon Yellow Days saranno proposti workshop a tema sia video sia fotografico tenuti da importanti professionisti per promuovere la cultura dell’immagine e stimolare la creatività di tutti i partecipanti. Sarà possibile, per esempio, assistere alla spiegazione tecnica della nuova Z 50, tenuta da Giuseppe Maio di Nital, all’incontro con Francesco Francia sulla magia della luce dal fashion al glamour, all’introduzione alla macrofotografia con Nikon F e Nikon Z con Alberto Ghizzi Panizza e partecipare al workshop sulla Dog Photography con Claudio Piccoli e al Mannequin Challenge di Davide Vasta, che sarà occasione per spiegare gli effetti creativi della Z 6.

Info: www.nital.it/nikon-yellow-days/

IMMAGinAZIONE: affluenza record alla kermesse dedicata all’immagine

A IMMAGinAZIONE, kermesse dedicata all’immagine e ai suoi molti volti, che si è svolta a Milano preso Torneria Tortona il 25 e 26 ottobre scorsi, hanno partecipato più di 1.500 visitatori che, tra workshop, aree esperienziali e masterclass, hanno confermato l’attualità e il grande interesse intorno a questo mondo. IMMAGinAZIONE è il primo forum nazionale completamente dedicato all’immagine, ed è stato accolto con entusiasmo: più di 1.500 persone hanno partecipato all’evento, una cifra che è andata ben oltre le migliori previsioni della vigilia. Il merito è senza dubbio di un tema di grande attualità, che coinvolge diverse categorie di professionisti – tra cui fotografi, videomaker, esperti di comunicazione e giornalisti -, di un calendario estremamente ricco, adatto a chi ogni giorno ha a che fare col mondo dell’immagine ma anche a chi, mosso da curiosità e passione, si sta avvicinando ad esso.

Due giorni nel mondo del linguaggio visivo

Venerdì 25 e sabato 26 ottobre, chi era presente a IMMAGinAZIONE ha affrontato una vera e propria full immersion nel mondo della comunicazione visiva, un’esperienza arricchita da più di 50 appuntamenti tra talkshow, workshop e masterclass. Uno dei punto di forza, infatti, è stata senza dubbio la varietà del programma, con interventi dedicati all’evoluzione del mondo digitale e all’informazione ai tempi dei social, tenuti da giornalisti del calibro di Peter Gomez, Riccardo Luna, Federico Luperi, Enrico Pagliarini e l’esperto di social media Luca La Mesa, oltre ad approfondimenti sul contesto normativo (tutela del copyright), anche le intervista sulle professioni legate ai nuovi media realizzate da Marisa Zanatta, photo editor e giornalista di Vanity Fair Italia, a Youtuber e content creator, quali Daniele Doesn’t Metter, Daniele Biaggi per Il Milanese Imbruttito, Otto Climan, Lea Cuccacori, Luca Macellari Palmieri Simone Mondino, Mattia Bonavida, Ruberry e l’emergente Alexandro Basta. Si è parlato a lungo del rapporto tra comunicazione e immagine e del ruolo della fotografia nell’epoca delle fake news, ma ci sono stati anche seminari approfonditi sulle tecniche di ripresa e sull’uso dei tool usati quotidianamente dai professionisti più affermati. Tra dibattiti aperti a tutti, esperienze pratiche per acquisire il know-how sulla produzione e post-produzione video e vere e proprie lezioni da 2 ore, IMMAGinAZIONE è stata in grado di incuriosire e attrarre un pubblico estremamente ampio: tecnici alla costante ricerca di perfezionamento, esperti di comunicazione desiderosi di potenziare la capacità di creare engagement con il pubblico, ma anche studenti, curiosi, appassionati di fotografia e videomaker creativi. All’evento era inoltre presente un ampio settore espositivo dedicato alle soluzioni Nikon ed un’area esperienziale dove è stato possibile osservare i professionisti dell’immagine e del video in azione. Gli ottimi risultati ottenuti in questa prima edizione, organizzata da Nital, sotto la Direzione Creativa di Valentino Bertolini, Head of Marketing & Communication dell’azienda, sono la dimostrazione di quanto sia affascinante il linguaggio visivo e ampio il mercato che vi ruota attorno.

IMMAGinAZIONE: il primo evento dedicato all’immagine ed ai suoi molti volti

IMMAGinAZIONE è il primo Forum dedicato all’immagine nella sua più ampia accezione e declinazione, in programma il 25 e 26 ottobre a Milano. Questa I° edizione toccherà temi, mostrerà visioni incontera dibattiti rivolti non solo agli operatori del settore, ma a tutti coloro che, vicini al mondo dell’immagine, vorranno partecipare ai numerosi momenti dedicati alla condivisione, alla formazione e all’ispirazione.

IMMAGinAZIONE è il primo Forum dedicato all’immagine

IMMAGinAZIONE è una vera esperienza interattiva. Si calcola che su lnstagram si pubblichino quasi 95 milioni di foto al giorno, su YouTube si carichino oltre 300 ore di video al minuto, mentre su Facebook si siano superati i 300 milioni di contenuti visivi quotidiani. Per non parlare delle nuove possibilità offerte dalla realtà aumentata e dalle incredibili frontiere della post produzione video e della stampa. L’evoluzione tecnologica ci presenta scenari nuovi: nasce un modo diverso di vivere il concetto di “immagine”, più immediato, si sviluppano figure professionali legate al web, ci si chiede come comunicare attraverso la propria immagine, si creano fenomeni collettivi e mode. Nella nostra società Iiquida, senza frontiere, ciascuno ha la libertà di creare ed essere creativo attraverso le immagini.
La sfida che l’innovazione digitale lancia quotidianamente a professionisti, aziende, agenzie e persone comuni necessita più che mai di essere compresa, per poter gestire e sfruttare con consapevolezza questo straordinario strumento di comunicazione che sono le immagini. Per questo motivo IMMAGinAZIONE, una 2 giorni con oltre 50 appuntamenti tra workshop, masterclass e forum dedicati a professionisti e grande pubblico.

IMMAGinAZIONE: grandi ospiti e workshop, masterclass e forum

Tra i primi ospiti confermati, i giornalisti Riccardo Luna, Enrico Pagliarini e Federico Luperi, l’esperto di social media Luca La Mesa, il presidente italiano VRARA (VR/AR Association) Lorenzo Montagna, Layla Pavone, Consigliere e Chief Innovation Marketing and Communication Ocer di Digital Magics, noto incubatore di start-up digitali e ancora il fotografo, regista e viaggiatore Iago Corazza ed il noto curatore di mostre e rassegne fotografiche Denis Curti. Insieme ai molti altri esperti e professionisti che si stanno aggiungendo alla “squadra”, parteciperanno all’evento raccontando la loro esperienza anche importanti content creator che, grazie alle immagini, sono diventati delle vere web star, come il popolare Daniele Selvitella (alias Daniele Doesn’t Matter) e la seguitissima Lea Cuccaroni (leonciino su Instagram).
Direttore Creativo di IMMAGinAZIONE è Valentino Bertolini, Head of Marketing & Communication di Nital S.p.A.

Milano Torneria Tortona 25/26 Ottobre 2019
L’ingresso è gratuito previa registrazione al sito internet cliccando qui 

Nikon Z 50, la mirrorless Z “per tutti”

Nikon ha lanciato la Z 50, una nuova fotocamera con sensore in formato APS-C che va ad affiancare i modelli full-frame Z 6 e Z 7 nella famiglia delle mirrorless Z. Piccola nelle dimensioni (126,5 x 93,5 x 60 mm per 450 g di peso) ma senza compromessi in termini di maneggevolezza e qualità d’immagine, come le sorelle maggiori la Z 50 si basa sull’innesto Z di largo diametro che consente di montare le favolose ottiche dedicate a questo attacco e, tramite adattatore, anche l’immenso patrimonio di obiettivi F-Mount delle tradizionali reflex Nikon.

Nikon Z 50: scatta (quasi) al buio

Il sensore CMOS DX (23,5 x 15,7 mm) retroilluminato da 20,9 MP della Z 50 lavora in coppia con il processore Expeed 6 per catturare immagini da 5.568 x 3.712 pixel con una gamma di sensibilità nativa da ISO 100 a 51.200 e la possibilità di scattare a raffica fino a 11 foto al secondo per non perdere il “momento giusto” nelle situazioni in cui è l’azione la vera protagonista.
La Z 50 è in grado anche di riprendere video 4K UHD da 3.840 x 2.160 a 30p – fino a 120p se passiamo al formato Full HD (1.920 x 1.080) – con un sensibile fattore di ritaglio di 1,5x. C’è la presa per un microfono esterno ma non quella per gli auricolari.
Per le inquadrature abbiamo a disposizione un ampio touchscreen da 3,2 pollici e 1.040.000 punti ribaltabile fino a 180° per i selfie e un mirino elettronico OLED da 2.360.000 punti. Il sistema di messa a fuoco ibrido a rilevamento di fase/contrasto a 209 punti AF (con copertura dell’87% della scena in orizzontale e 85% in verticale) funziona fino a -4EV in modalità Low Light AF e dispone della comoda modalità di riconoscimento degli occhi per ritratti sempre nitidissimi.

Z 50: il perfetto regalo di Natale

Wi-Fi, Bluetooth 4.2 a basso consumo e supporto alla tecnologia SnapBridge 2.6 consentono la condivisione immediata degli scatti sui nostri social di riferimento senza andare a compromettere l’autonomia della batteria: 320 scatti secondo lo standard CIPA usando il display posteriore, 280 con l’EVF. Le numerose modalità creative soddisfano le esigenze dei meno esperti che potranno ottenere immagini impeccabili godendo della semplicità d’uso, dei numerosi controlli manuali a bordo e non da ultimo del prezzo conveniente che caratterizza la macchina: si parla di meno di 1.000 euro. Il corpo è resistente a schizzi e polvere ma, ovviamente, non a livello delle mirrorless Z professionali – anche per via della presenza del flash a scomparsa (poco potente ma utile per riempire le ombre) assente sulle sorelle. Ad accompagnare il lancio della Z 50 (disponibile in vari kit da novembre) c’è anche quello di due ottiche che rappresentano le perfette compagne di viaggio della nuova mirrorless: il sottile zoom NIKKOR Z DX 16-50mm f/3.5-6.3 VR e il compatto zoom tele NIKKOR Z DX 50-250mm f/4.5-6.3 VR.

Nikon Z50, la serie Z per tutti

I rumors non sono mai da prendere come “oro colato”, ma il sito Nikon Rumors è noto per l’affidabilità delle proprie fonti e – di solito – quelle che sembrano semplici voci di corridoio si trasformano successivamente in realtà.
È il caso della Nikon Z50, mirrorless con sensore in formato APS-C che pare sarà presto annunciata, forse già domani 10 ottobre, dal marchio giapponese. Si parla di 20,9 milioni di pixel, di sistema AF ibrido a 209 punti, sensibilità nativa da ISO 100 a 51.200 e scatto a raffica da 11 foto al secondo. Non mancherà, ovviamente, la possibilità di riprendere video in 4K / 30 fps.
In gallery, alcune immagini della macchina fotografica e di un nuovo super obiettivo per attacco Z, il luminosissimo (e costosissimo) NIKKOR-Z-58 mm f/0.95 Noct

 

Come una telefonata ha portato Nikon nel Mondo: il ricordo di Douglas Duncan

Il nome di David Douglas Duncan, scomparso lo scorso 7 giugno 2018, resterà nella storia della fotografia, dell’industria ottica giapponese e di Nikon. Nital S.p.a. vuole ricordare il fotografo di guerra americano David Douglas Duncan, scomparso recentemente all’età di 102 anni, a Grasse (Francia). A lui infatti si deve la nascita del mito Nikon nel mondo.

Nital e l’incontro con Douglas Duncan

Una storia che forse non tutti conoscono, nata nel 1950, quando Jun Miki, fotografo giapponese al Life Magazine, scattò quasi al buio un ritratto in bianco e nero del collega David Douglas Duncan. Una foto che avrebbe cambiato per sempre le sorti dell’industria ottica giapponese e consegnato il nome di Nikon alla storia. Da quel ritratto, così perfetto e luminoso, realizzato con un ancora sconosciuto obiettivo Nikon (il NIKKOR P.C 8,5cm f/2), scaturì una telefonata e poi l’incontro fra David Douglas Duncan e Masao Nagaica, Presidente della Nippon Kogaku K.K. (nome con cui Nikon era nota all’epoca). Douglas rimase estasiato dagli obiettivi NIKKOR e acquistò i suoi primi da montare su una Leica. Da quel momento in poi, i nomi di David Douglas Duncan e Nikon non si sarebbero più separati e le ottiche NIKKOR iniziarono a diffondersi fra i fotoreporter di tutto il mondo. Nelle memorie ufficiali dell’azienda giapponese, si legge: “Nel 1950 ebbe luogo un incontro che avrebbe cambiato drasticamente il destino di Nikon e degli obiettivi NIKKOR”. All’inizio di giugno di quell’anno, David Douglas Duncan e Jun Miki, fotografi per il magazine Life, e Horace Bristol, fotografo per il magazine Fortune, visitarono l’impianto di produzione Nikon (all’epoca Nippon Kogaku K.K.). Nello stabilimento, il personale Nikon mostrò loro una comparativa, proiettando immagini di test, fra gli obiettivi NIKKOR e i Leitz e Zeiss utilizzati ai tempi da Duncan e Bristol. Subito dopo aver  constatato la superiorità delle ottiche NIKKOR, entrambi le acquistarono per usarle insieme ai corpi Leica.

Con le sue nuove lenti NIKKOR, Duncan partì alla volta della Guerra di Corea il successivo 25 giugno.

Le sue straordinarie fotografie crearono stupore e curiosità tra i fotogiornalisti americani, che iniziarono a chiedersi perché quelle immagini fossero così chiare e luminose e se Duncan avesse con sé una macchina grande formato. Il New York Times descrisse l’eccellenza di Nikon con il titolo “Japanese Camera”. Ciò catalizzò l’attenzione del mondo intero su Nikon e gli obiettivi NIKKOR, offrendo all’industria ottica giapponese un’opportunità senza precedenti di espandere i propri orizzonti. David Douglas Duncan continuò a utilizzare negli anni a venire fotocamere Nikon e ottiche NIKKOR, scattando fotografie in tutto il mondo e creando autentici capolavori. Nel 2016 Duncan festeggiò i suoi 100 anni di età. Nikon l’avrebbe fatto nel 2017.  Se David Douglas Duncan non avesse quindi scoperto, nel 1950, gli obiettivi Nikon, probabilmente l’umanità non avrebbe oggi le testimonianze fotografiche di conflitti passati come la guerra del Pacifico (1941-1945), la guerra di Corea (1950-1953) e la guerra del Vietnam (1955-1975). L’involontaria promozione di Nikon da parte di Duncan funse da traino per la malridotta economia del paese asiatico a seguito della Seconda Guerra Mondiale e la progressiva diffusione di macchine fotografiche e obiettivi Nikon, al di fuori dei confini giapponesi, giocherà un ruolo determinante nel costruire per il Giappone la fama di paese tecnologico, contribuendo a riconquistare una reputazione perduta a livello mondiale.

Nell’ultima video-intervista del 2012, rilasciata da David Douglas Duncan a Nikon all’età di 97 anni (che potete vedere a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=IGHE8TyRar0 e leggere nel Nikon Magazine N. 8: https://www.nikonschool.it/interviste/david-douglas-duncan.php#12) come parte dell’evento internazionale organizzato per festeggiare i 100 anni di Nikon, si legge: “La vita è strana. Può una telefonata cambiare la storia dell’industria ottica giapponese prima, e l’economia di un intero Paese poi?…”

Immagine in evidenza via www.flickr.com

Nikon: presentato un nuovo kit dedicato ai filmmaker e videomaker

NIKON FILMMAKER KIT: presentato oggi un nuovo kit dedicato ai filmmaker e videomaker, punto di partenza indispensabile per chi vuole eseguire le riprese con il sistema mirrorless Nikon. Concepito pensando alla versatilità ed alla qualità, è composto da tutti quegli strumenti utili per produrre rapidamente filmati di alta qualità, consentendo ovviamente una personalizzazione con ulteriori componenti in base alle proprie preferenze personali.
I primi due elementi che compongono il Nikon Filmmaker Kit sono la fotocamera mirrorless Nikon Z 6 e l’adattatore FTZ, che consente la perfetta integrazione della camera con gli obiettivi NIKKOR con innesto a baionetta F-mount, offrendo in questo modo video 4K a pieno formato di altissima qualità a bit-rate elevati. L’avanzata funzione di stabilizzazione ottica VR gestita su 5 assi dal sensore di immagine nel corpo camera di Nikon Z 6, inoltre, lavora in combinata con il VR elettronico per garantire riprese perfette. È anche supportato l’Atomos Open Protocol, al fine di consentire una perfetta integrazione con l’Atomos Ninja V incluso. Entro fine anno, poi, verrà rilasciato un aggiornamento firmware che supporterà la registrazione ProRes RAW di Apple dall’uscita RAW della fotocamera in caso di utilizzo di Atomos Ninja V, garantendo la massima flessibilità nella gradazione tonale gestita in color grading.
Altro elemento decisamente importante è il telaio “video cage” per fotocamera a sgancio rapido SmallRig, dotato di un’impugnatura di montaggio superiore per ottenere immagini in movimento più fluide e facilità di inseguimento dei soggetti.

Il Nikon Filmmaker Kit con Nikon Z 6 sarà disponibile a partire da metà settembre.

 

Nikon annuncia lo sviluppo della fotocamera Reflex professionale D6 e del teleobiettivo zoom AF-S

Nital S.p.A. ha annunciato lo sviluppo della fotocamera Reflex digitale professionale Nikon D6 e del teleobiettivo zoom AF-S NIKKOR 120-300mm f/2.8E FL ED SR VR. Lo sviluppo della D6 segna il ventesimo anniversario della serie D a singola cifra.
Nikon ha annunciato anche lo sviluppo del nuovo obiettivo AF-S NIKKOR 120-300mm f/2.8E FL ED SR VR, con il quale celebra il sessantesimo anniversario dell’innesto a baionetta F-Mount Nikon.

Nikon: presentato un nuovo obiettivo grandangolare per la serie Nikon Z

Nikon espande ulteriormente la sua linea di obiettivi a lunghezza focale fissa f/1.8 per Nikon Z con il NIKKOR Z 24mm f/1.8 S. Grazie alle sue prestazioni ottiche avanzate esprimibili in diverse situazioni, questo obiettivo a pieno formato offre una straordinaria versatilità, rivelandosi ottimo per riprese di interni, paesaggi e skyline cittadini. Il nuovo NIKKOR Z 24mm f/1.8 S offre una superba nitidezza da bordo a bordo, anche quando si lavora con diaframma a tutta apertura f/1,8. Con una distanza minima di messa a fuoco di soli 0,25m consente di controllare completamente la scena, dai primi piani all’infinito. L’effetto bokeh è magnificamente fluido e naturale e la luce parassita tipica degli obiettivi grandangolari viene efficacemente neutralizzata, anche in situazioni di controluce. Questo obiettivo a pieno formato si contraddistingue anche per le riprese video. I videomaker possono catturare sequenze con una straordinaria profondità di campo. In aggiunta, la prospettiva bilanciata dell’obiettivo è perfetta anche se si effettuano riprese foto e/o video in interni angusti.
Nikon dichiara: “Il NIKKOR Z 24mm f/1.8 S offre a chi utilizza la Nikon Z la libertà di lavorare con la luce disponibile praticamente in qualsiasi situazione. Inoltre, le prestazioni di messa a fuoco ravvicinata sono eccezionali: la nitidezza è incredibile, anche quando si mette a fuoco su soggetti ravvicinati o su dettagli di oggetti”.

Nikon eccelle negli Eisa Awards con due prodotti della serie Nikon Z

Nikon Z6 ha vinto il premio “Camera of the Year” e l’obiettivo NIKKOR Z 24-70mm f/2.8 S quello “Professional Standard Zoom Lens” agli EISA Awards 2019-2020.
Questo è il secondo riconoscimento attribuito alla Nikon Z6 nel 2019, che è stata anche premiata come “Best Full Frame Camera Expert” ai TIPA World Award di aprile.
I premi EISA segnano l’ultimo riconoscimento della serie Nikon Z, dopo il premio “Red Dot Award: Product Design 2019” attribuito a tutta la gamma, e sottolineano ulteriormente l’impegno di Nikon volto a fornire prodotti dalle prestazioni – ottiche ma non solo – eccezionali.

Nikon Z 6 Camera of the Year

Vincitrice del premio “Camera of the Year” 2019-2020 Nikon ha realizzato una fotocamera con una maneggevolezza straordinaria e una solida qualità costruttiva che assicura immagini eccellenti in quasi tutte le situazioni di ripresa. Il suo sistema di autofocus include l’Eye-Detection AF, che consente messe a fuoco accurate ovunque sia collocato il soggetto nel fotogramma. L’ampio e nitido mirino elettronico fornisce un’anteprima della scena ripresa davvero precisa, mentre il sistema di stabilizzazione delle immagini integrato nel corpo macchina aiuta a ottenere fotografie nitide con qualsiasi obiettivo, incluse le ottiche Reflex con innesto a baionetta F-mount. In poche parole, questa è la migliore fotocamera a tutto tondo per i fotografi creativi.

NIKKOR Z 24-70mm f/2.8 S Professional Standard Zoom Lens

Il NIKKOR Z 24-70mm f/2.8 S è un obiettivo zoom professionale e luminoso creato per il sistema Nikon Z. Solido e robusto, impiega il trattamento Nano Crystal Coat e il nuovo trattamento ARNEO per ridurre la luce parassita e l’immagine fantasma, mentre gli elementi anteriori e posteriori sono caratterizzati da un trattamento al fluoro a protezione di polvere, sporco e umidità. Grazie a un anello di controllo personalizzabile, il fotografo è in grado di regolare con facilità l’apertura o la compensazione dell’esposizione, mentre un pannello OLED sul barilotto visualizza apertura, distanza di messa a fuoco o lunghezza focale. Grazie alle incredibili prestazioni ottiche che combinano una risoluzione elevata e un accattivante effetto bokeh, questo obiettivo è il partner perfetto per le fotocamere serie Nikon Z.

Per maggiori informazioni, visitare il sito Web dell’EISA: https://www.eisa.eu/
Per ulteriori informazioni sui pluripremiati prodotti Nikon, visitare il sito Web www.nikon.it

 

Nikon: nasce la nuova partnership con Made For School

Nikon, grazie alla nuova collaborazione, a partire dal 13 maggio offre tre categorie di webinar professionali ad una selezione di studenti del Circuito Made For School S.p.A. Così il brand giapponese si avvicina sempre di più ai giovanissimi.

Nikon e Made For School S.p.a: i tre Webinar offerti

Nikon offrirà ad alcuni studenti del circuito Made for School S.p.A. la possibilità di scelta fra tre varianti di Webinar, ovvero di corsi on line:

    • un corso base di fotografia a cura del professionista Alessandro Vargiu (in data 13/5, 20/5 e 27/5);
    • un corso dedicato interamente al mondo del videomaking tenuto dallo scrittore, videomaker e fotografo Davide Vasta (in data 14/5, 21/5 e 28/5)
    • un originale workshop dedicato alla piattaforma Instagram ed al fenomeno dell’influencer marketing curato dalla fotografa ed esperta di comunicazione digital Irene Ferri (in data 15/5, 22/5 e 29/5)

L’obiettivo di questa iniziativa è quello di diffondere la consapevolezza visiva legata al concetto di fotografia e videoripresa tra i giovani studenti italiani, cercando non solo di trasferire loro delle nozioni teoriche ma anche degli spunti creativi che possano stimolarli a creare, con consapevolezza, delle narrazioni per immagini. Il modello di Business Made For School S.p.A. ha già portato i suoi servizi a oltre 1.000.000 di studenti in tutta Italia grazie a un Team in continua crescita ed alla collaborazione con oltre 1000 rappresentanti d’Istituto. La sua offerta dal 2012 ad oggi si è ampliata diventando un punto di riferimento per i Dirigenti Scolastici che grazie a servizi quali gli “ Open Day “ hanno migliorato la propria immagine, valorizzando la propria proposta formativa sul territorio.

1 2 3 10
0 0,00
Go to Top