Epson EcoTank ET-8550: multifunzione senza cartucce per stampe fotografiche all’insegna di qualità e risparmio.

26 Ottobre 2021 di Andrea Rota Nodari Andrea Rota Nodari

Epson EcoTank ET-8550: una multifunzione senza cartucce per i grandi formati, perfetta per le stampe “quotidiane” e pronta anche a mettere su carta tutte le nostre fotografie all’insegna della qualità e del risparmio.

Quanto costa una stampante?

Sembra una domanda scontata. Basta guardare il cartellino del prezzo… E invece no. La spesa iniziale non è l’unico fattore che ci deve spingere ad acquistare un modello piuttosto che un altro. È importante stimare anche quanto dovremo sborsare durante il suo ciclo di vita – per la manutenzione, per le richieste energetiche e, soprattutto, per il cosiddetto “materiale di consumo”.

Con questo termine si intendono, oltre alla carta, le cartucce dell’inchiostro. A parità di prezzo e prestazioni, è più conveniente una stampante che consumi poco e che vanti cartridge più capienti.

I produttori sono venuti incontro alle esigenze dei consumatori proponendo cartucce “XL” con un rapporto autonomia/prezzo più proficuo di quelle standard.

Ma il vero trend, oggi, è quello dei modelli a getto d’inchiostro che fanno addirittura a meno delle cartucce per affidarsi a serbatoi ricaricabili in ogni momento tramite ben più capienti “taniche” di colore

La gamma Epson EcoTank

Epson ha in catalogo le inkjet della gamma EcoTank che promettono risparmi fino al 90% sull’inchiostro – l’ideale per stampare in economia in casa e nei piccoli uffici.

La ET-8550, tuttavia, è qualcosa in più della classica multifunzione “tuttofare”. È stata, infatti, progettata con un occhio di riguardo anche per i fotografi digitali che vogliono stampare in proprio, senza limiti di formato (si arriva all’A3+, ovvero 329 x 483 mm).

5+1 colori

La ET-8550 stampa a sei colori (della serie Claria ET Premium), sebbene forse sia più corretto dire “5+1”. Al ciano, magenta, giallo, grigio e nero del tipo dye per la riproduzione di immagini, si aggiunge il nero a pigmenti che fornisce testi chiari e precisi su carta normale.

Tra i dye, l’inchiostro grigio non solo amplia lo spazio colore a disposizione ma contribuisce anche alla realizzazione di stampe bianco e nero di maggiore qualità.

Epson
Nonostante non disponga dell’arsenale di cartucce dei modelli Epson “fotografici”, la resa dei colori su carta lucida è ottima.

Chiariamo fin da subito che la ET-8550 non è in diretta competizione con modelli ultraspecializzati nella fotografia come ad esempio la SureColor P700 della stessa Epson (per restare in ambito A3). Quest’ultima, infatti, di inchiostri ne usa ben nove per un gamut più ampio, tuttavia monta cartucce da “soli” 25 ml e dal costo praticamente doppio rispetto ai flaconi da 70 ml della EcoTank che sulla carta sono sufficienti per 2.300 foto 10×15.

C’è da tenere in conto, inoltre, che i flaconi in dotazione sono già “a piena capacità” e dunque ben più duraturi dei ricambi a capacità ridotta tipici della dotazione “starter” di molti modelli. Il livello degli inchiostri è visibile a occhio nudo in ogni momento attraverso le finestre traslucide alla base dell’apparecchio.

Ricordiamoci che le stampanti con cartucce dye sono in genere più veloci e lavorano meglio sulla carta fotografica lucida o semilucida. Lo stesso produttore consiglia per la ET-8550 le risme Epson Premium Glossy e Semigloss Photo Paper.

Compatta ma…

Pur essendo una A3+, l’elegante ET-8550 è relativamente compatta ma accertiamoci di avere abbastanza spazio per installarla (è larga più di mezzo metro e profonda quasi 40 cm) e, all’occorrenza, per inserire i fogli nell’alimentatore sul retro dedicato ai fogli spessi (ottimisticamente fino a 1,3 mm) e a quelli lunghi fino a 2 metri per le panoramiche.

Ci sono altri tre vassoi, due interni per i fogli nei formati cartolina e A4 e uno verticale per l’A3+. Il cassetto anteriore è motorizzato e, da buona stampante “anche” per l’ufficio, non manca un sistema per le stampe fronte/retro A4 e su CD/DVD.

Il caricamento dei serbatoi è molto semplice e a prova di sgocciolamenti, mentre più macchinoso è l’allineamento delle testine che richiederà un po’ di tempo e… una vista da falco nella scelta dei pattern meglio allineati! 

Le prestazioni della Epson EcoTank ET-8550

Per quanto riguarda la stampa fotografica, nonostante l’assenza di cartucce di magenta e ciano in versione “light” e tanto più di quelle del rosso o del blu dedicate di altri modelli puramente fotografici, la resa dei colori su carta lucida Premium Glossy è vivida e brillante. Gli incarnati sono piuttosto naturali e c’è solo una leggera tendenza a “scaldare” i gialli, correggibile in post-produzione.

Buone notizie anche per quel che concerne la riproduzione dei dettagli, grazie ai 180 ugelli per il colore e ai 360 per il nero, e l’assenza di banding nelle aree omogenee. 

Anche con il bianco e nero la multifunzione del marchio giapponese se la cava bene, con toni ben riprodotti e senza apparenti dominanti. 

Su carta opaca e fine art questa Epson – e in generale la maggior parte delle inkjet con inchiostri dye – non può competere ad armi pari con modelli “a pigmenti” in quanto a profondità dei neri e tridimensionalità. Tuttavia, se non si hanno pretese professionali, la resa resta apprezzabile. Abbiamo sperimentato la prestigiosa (e costosa) carta in cotone Epson Velvet Fine Art Paper per riprodurre dei paesaggi e il risultato… ha meritato di finire incorniciato! 

Indicativamente, per la classica foto “cartolina” 10×15, la stampa in qualità “standard” dura circa 25 secondi e 1 minuto e 20 secondi se scegliamo l’opzione “alta” (obbligatoria per il bianco e nero). Per una foto A4, servono 1 minuto nella prima modalità e 4 minuti nella seconda; per l’A3+ si passa a 2 o 9 minuti e mezzo.

In ambito office, le stampe di documenti in bianco e nero sono velocissime, fino a 32 ppm. Per facilitare le cose, il vassoio di uscita si illumina durante le operazioni.

www.epson.it

Lascia un commento