© Cedric Letsch

I tre migliori treppiedi low cost per la tua camera!

Quanto è davvero il caso di spendere per un treppiede che assolva al meglio la sua missione? Ecco, la prima domanda da porci è proprio quale sia la “missione” che abbiamo in mente. L’ideale è un treppiede facile da trasportare. È anche per questo che i modelli “da viaggio” sono diventati sempre più popolari negli ultimi anni. Le versioni più recenti, poi, hanno quasi tutti gambe che possono essere invertite e ruotate di 180° per minimizzare l’ingombro da chiusi.  I treppiedi compatti da viaggio però non sono adatti a tutte le esigenze…

Valutiamo le opzioni

I modelli da viaggio riducono molto l’ingombro da ripiegati e alcuni incorporano soluzioni che rendono le misure davvero minime. Un maggior numero di sezioni estensibili corrisponde a un’altezza operativa comunque soddisfacente – la maggior parte dei treppiedi da viaggio infatti ha quattro/cinque sezioni per gamba, mentre quasi tutti quelli convenzionali ne hanno tre.  I treppiedi da viaggio di Benro, Kenro e Sirui dividono in due sezioni anche la colonna centrale telescopica, aumentando la differenza tra l’altezza operativa e le dimensioni da chiusi. Un maggior numero di sezioni da estendere, però, richiede anche un maggior numero di fermi da aprire e chiudere ogni volta. Con anche le gambe invertite da alzare e abbassare, mettere in posizione il treppiede da viaggio può diventare una faccenda piuttosto lunga. L’alto numero di sezioni delle gambe ha un altro svantaggio: l’ultima sezione può finire per essere molto sottile e soggetta a instabilità e piegamenti. Inoltre, ogni fermo è un potenziale punto debole che può ridurre la stabilità dell’insieme.
I modelli da viaggio tendono anche a essere più leggeri: il Benro e il Sirui pesano poco più di un chilo, mentre il Kenro, con i suoi due chili abbondanti, si avvicina più al peso di un modello convenzionale. La fibra di carbonio, in media, riduce il peso di circa il 20%: è anche più resistente alle vibrazioni e meno fredda al tatto, ma più incline a rompersi se prende un colpo secco. Ovviamente, abbiamo bisogno di un treppiede in grado di reggere la nostra combinazione più pesante di corpo macchina, ottica e accessori: controlliamo bene il carico massimo di ogni modello.
Vediamo i dettagli della nostra selezione!

Kenro Karoo Ultimate Travel – ultraversatile

Il Kenro “Ultimate” KEN- TR401A è all’altezza del nome: offre un’ampia gamma di funzioni tipiche dei kit tradizionali. Chiude le gambe a inversione, come ci si aspetta da un modello da viaggio, e riduce l’altezza totale da chiuso a 48 cm, ma da aperto arriva a un’altezza operativa massima di 190 cm, svettando di parecchio sopra praticamente ogni altro treppiede di questo tipo – soprattutto grazie all’estensione della colonna centrale). Le gambe a 4 sezioni sono forti e sostanziose, e una è sganciabile e utilizzabile come monopiede. Inoltre, questo Kernro ha un altro asso nella manica: la colonna centrale ruota a 90° ed è ideale per la fotografia macro, ultragrandangolare e dal basso. Se preferiamo togliere la colonna, anziché ruotarla, il kit mette a dispo- sizione anche un adattatore per gli scatti dal livello del terreno. Al posto dei piedini intercambiabili, quelli in gomma nascondono comodissimi puntali metallici retrattili.

Specifiche Kenro

Prestazioni

I fermi delle gambe richiedono una rotazione minima per aprirsi o chiudersi e il blocco delle angolazioni è  facile e veloce. La rigidità è buona a tutte le altezze, sia con la colonna in verticale sia in orizzontale. Il kit in alluminio ha un buon rapporto qualità/prezzo e vale la pena anche di considerare la versione in fibra di carbonio, pur sensibilmente più costosa (270 €).

Giudizio

Caratteristiche 5/5
Qualità Costruttiva 4.5/5
Prestazioni 4.5/5
Qualità/Prezzo 4.5/5
Voto Finale 4.5/5

Novo Explora T5 – Tradizionale, solido e leggero

È il più piccolo e leggero dei tre kit Novo serie Explora T, ma il largo diametro delle quattro sezioni delle gambe e la robusta testa a sfera gli permettono di sostenere un impressionante carico massimo di 10 kg. Novo produce solo treppiedi in fibra di carbonio, ma i suoi costi sono particolarmente competitivi a fronte della qualità di progettazione, struttura e componenti. Il design del T5 è convenzionale per un modello da viaggio, con colonna centrale a sezione singola, tre angolazioni per le gambe e fermi a rotazione. Da piegato, non è comunque piccolissimo: misura 47 cm, solo uno in meno del Kenro in prova. La massima altezza operativa è invece buona: 161 cm (e 167 cm per il monopiede). Novo ha in dotazione un adattatore (LAA) che va a sostituire la colonna centrale per gli scatti dal basso (fino a 24,5 cm).

Specifiche Novo

Prestazioni

Le gambe hanno ottime performance sotto tutti i punti di vista e la testa è una bellezza, completa di due blocchi indipendenti per il panning e di frizione incorporata

Giudizio

Caratteristiche 4.5/5
Qualità Costruttiva 4.5/5
Prestazioni 4.5/5
Qualità/Prezzo 5/5
Voto Finale 4.5/5

Vanguard ALTA PRO 2+ 263CB 100 – Rifiniture attraenti

Questo kit Vanguard in fibra di carbonio si distingue dalla massa per la finitura in grigio canna di fucile sia delle gambe sia della testa. La struttura mostra utili indicatori calibrati per i fermi delle quattro angolazioni delle gambe, delle sette posizioni della colonna centrale rotante e per la testa a sfera a 360°. Il treppiede è snello e i diametri delle tre sezioni delle gambe sono piccoli: 26, 23 e 19 mm. Eppure ha un buon carico massimo di 7 Kg per le gambe e di 10 Kg per la testa – dovrebbe essere più che sufficiente. Le gambe non si piegano a inversione e hanno solo tre sezioni, quindi apertura e allestimento sono semplici e veloci. Stesso discorso per la colonna centrale, che può essere bloccata su diverse angolazioni lungo un arco di 180°. Il gruppo gambe offre un tocco intelligente: è dotato di una presa filettata da 3/8” per il collegamento di accessori come luce LED o microfono.

Specifiche Vanguard

Prestazioni

Il funzionamento dei fermi a rotazione per l’estensione  delle gambe è buono e basta un quarto di giro per ottenere uno scorrimento fluido o una chiusura sicura. Le slitte per l’angolazione sono ben costruite e inserite e la testa a sfera è solida. Da segnalare che la versione in alluminio (2,4 kg di peso) costa un centinaio di euro in meno.

Giudizio

Caratteristiche 4.5/5
Qualità Costruttiva 4.5/5
Prestazioni 4.5/5
Qualità/Prezzo 4/5
Voto Finale 4.5/5


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top