Reflex o mirrorless

Reflex o mirrorless? Scegli la tua Nikon!

Reflex o mirrorless? Scegliere la macchina fotografica più adatta alle proprie esigenze non è sempre facile. Anche perché l’offerta è sempre più ampia e diversificata. Per esempio, Nikon propone ottimi modelli per principianti, come D3500 e Z 50. Ma anche fuoriclasse top di gamma come D850 e Z 7, ideali per i professionisti. Non mancano modelli di spettacolare versatilità, come D780 e Z 6II, né ottimi esempi del migliore rapporto qualità/prezzo.

Con l’ascesa delle mirrorless, poi, la scelta della fotocamera “giusta” si è ampliata rispetto alle sole reflex convenzionali. Ma quali sono le principali differenze tra i due sistemi?

Reflex o mirrorless: le differenze

Tutte le reflex sono dotate di uno specchio che dirige il circolo di immagine proiettato dall’obiettivo verso un mirino ottico. Il blocco dello specchio è voluminoso, perché lo specchio stesso deve essere inserito con la giusta angolazione per deviare l’immagine al mirino e deve anche avere lo spazio in cui scattare per lasciare passare la luce ed esporre il sensore. Anche il mirino è ingombrante e l’insieme dei due componenti porta a strutture più grosse e pesanti.

Per definizione, invece, le mirrorless sono prive di blocco dello specchio e il corpo macchina può così essere più snello e leggeroLe full-frame mirrorless Z 6 e Z 7 hanno stravolto il mercato. Non solo sono modelli di per sé superlativi, ma godono anche della maggior libertà di design concessa da flangia più grande e più prossima al sensore. Inoltre, sono supportate da una linea di obiettivi serie Z semplicemente favolosi! Grazie all’adattatore FTZ, possono montare anche tutti gli esistenti obiettivi F-mount per reflex. La gamma Z oggi include anche la DX (con sensore APS-C) Z 50, con i suoi zoom specifici standard e tele, e l’economica FX (full-frame) Z 5, nonché la versione “Mark II” di Z 7 e Z 6.

D3500 vs Z 50

Rivolta ai principianti, la D3500 si distingue dalla massa per l’eccellente modalità Guida interattiva. È un po’ come avere un tutor incorporato nella fotocamera! Offre naturalmente anche moltissime modalità Scena, mentre le più avanzate modalità PASM (Program, Priorità di diaframma, Priorità di tempi e Manuale) assicurano un buon margine per crescereNonostante un set di funzioni relativamente basico e un prezzo più che contenuto, la D3500 non è affatto una fotocamera deludente. Ha la stessa massima velocità di posa, la medesima frequenza di scatto continuo e la stessa gamma di sensibilità ISO della D5600. Ha però solo 11 punti AF anziché 39, lo schermo non è “touch” e può salvare file RAW solo con una profondità di colore 12 bit.

Reflex o mirrorless
Nikon Z 50

Altrettanto formidabile è la mirrorless Z 50, che eredita lo stesso attacco oversize di Z 6 e Z 7. È quindi completamente compatibile con l’eccellente gamma di ottiche Z-mount. La struttura snella sfrutta al massimo le potenzialità del design mirrorless e la compattezza è enfatizzata dal piccolissimo 16-50 mm retrattile di kit. Il sensore da 20,9 MP ha la stessa risoluzione di quelli di D7500 e D500, ma aggiunge 209 punti AF a rilevamento di fase, essenziali per un autofocus reattivo. L’EVF non è grande quanto quello delle mirrorless full-frame di Nikon, e non ha nemmeno la stessa elevata risoluzione, ma è comunque chiaro e dettagliato. Autofocus e lettura esposimetrica sono precisi e affidabili.

Su NPhotography 104 abbiamo messo a confronto dodici modelli reflex e mirrorless Nikon. Trovi il numero in edicola o in versione digitale cliccando qui.


Latest from LATESTHIGHLIGHTS

0 0,00
Go to Top