Nikkor Z 24-70mm f/2.8 S: in versione Z, un “classico” per professionisti e appassionati

Nikkor Z 24-70mm f/2.8 S

Dopo il 14-30 mm “S-Line”, per il brand giapponese è arrivato il momento di lanciare un altro formidabile obiettivo per il nuovo sistema fotografico Nikon Z. Il Nikkor Z 24-70mm f/2.8 S è pronto davvero a tutto: è robusto, vanta un’eccellente protezione contro le condizioni atmosferiche avverse e offre prestazioni al top anche in situazioni di scarsa illuminazione – il diaframma circolare si apre fino a f/2.8 ed è costituito da 9 lamelle, a garanzia di uno sfocato morbido e ed elegante anche ai bordi del fotogramma.

La gamma di focali da 24 a 70 mm rende questo Nikkor adatto a tantissimi generi fotografici differenti, dal paesaggio al ritratto. Lo schema ottico prevede 17 elementi in 15 gruppi, con il nuovissimo trattamento antiriflesso ARNEO che, in abbinamento al rivestimento Nano Crystal Coat, riduce sensibilmente il rischio di flare e ghosting, e produce immagini più contrastate anche quando la sorgente di luce è visibile all’interno dell’inquadratura – in particolare, il primo interviene sulla luce direzionata verticalmente verso l’obiettivo, il secondo su quella in arrivo diagonalmente. Il trattamento al fluoro sull’elemento frontale, inoltre, assicura la massima resistenza contro gocce, sporcizia e impronte.

Il meccanismo che dirige le operazioni di messa a fuoco combina un motore passo passo con il nuovo Multi-Focus System di Nikon per mettere a fuoco più velocemente.

Sul barilotto troviamo una ghiera dedicata alla messa a fuoco manuale, un anello di controllo personalizzabile, un pulsante L-Fn (a cui è possibile assegnare una tra 20 diverse funzioni) e uno piccolo schermo digitale su cui compaiono informazioni come la distanza di fuoco, la profondità di campo, l’apertura e la lunghezza focale.

L’ottica usa due attuatori che intervengono su due differenti gruppi di lenti per consentire una messa a fuoco più rapida