Fino al 16 gennaio, in mostra a Roma i ritratti fotografici di Christian Tasso dedicati alla diversità come risorsa.

16 Dicembre 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

Fino al 16 gennaio 2022, Palazzo Merulana a Roma ospita i ritratti fotografici di Christian Tasso riuniti nella mostra Nessuno escluso. Un inno alla bellezza della diversità, contro ogni stereotipo.

Nessuno escluso: ritratti fotografici contro i pregiudizi

La mostra riunisce una selezione di fotografie di medio e grande formato, realizzate in pellicola e sviluppate manualmente in camera oscura. Ritratti in bianco e nero di forte impatto, scattati in quindici Paesi del mondo, con cui Christian Tasso ha voluto raccontare la diversità discostandosi dalla retorica e dal pietismo che spesso accompagnano la sua narrazione.

L’artista ha voluto così ribaltare il punto di vista: «Quando parliamo di disabilità, parliamo di un miliardo di persone nel mondo. Il 15% della popolazione mondiale. Non tutti sono super eroi. Non tutti sono vittime ma tutti soffrono degli stereotipi della narrazione».

Al di là di ogni pregiudizio, quindi, gli scatti di Christian Tasso ci mostrano la diversità come bellezza. Come risorsa totalmente integrata nel contesto sociale in cui le persone vivono. E totalmente accettata dai protagonisti di questi intensi ritratti.

Guarda la gallery

Christian Tasso

Artista e regista, sviluppa progetti a medio e lungo termine su temi come la comunità, i costumi e i rituali, la ricerca dell’identità attraverso e con gli altri, l’interazione tra umanità e natura e il rapporto tra memoria e territorio.

Ricordiamo The Last Drop, nel quale condivide per sei mesi la casa e il lavoro di una famiglia di contadini marchigiani, per raccontarne la vita quotidiana. E Saharawi, in cui documenta la vita delle persone con disabilità nel Sahara occidentale. Da questa esperienza nasce il progetto fotografico Nothing and so be it, vincitore del premio The Aftermath Project a Los Angeles nel 2011.

Nel 2014 dà vita al progetto QuindiciPercento, incentrato sulle esperienze di disabilità nel mondo. Il progetto è esposto in diversi luoghi, tra cui la sede delle Nazioni Unite a Ginevra, nel 2018.

www.palazzomerulana.it

Dal progetto Nessuno escluso nasce anche il volume edito da Contrasto, con il testo critico di Alessandra Mauro e una riflessione sulla diversità dello scrittore Giuseppe Pontiggia.

Lascia un commento