Annunciati i vincitori di URBAN Photo Awards, che ha visto il trionfo di Nayeem Siddiquee. Premiati anche gli italiani.

3 Novembre 2021 di Elisabetta Agrati Elisabetta Agrati

L’edizione 2021 di URBAN Photo Awards è giunta a conclusione. Nel corso di Trieste Photo Days, che si è svolto dal 28 ottobre al 1 novembre, sono stati, infatti, annunciati i vincitori del prestigioso concorso.

Il vincitore assoluto di URBAN Photo Awards

Il fotografo bengalese Nayeem Siddiquee è il vincitore assoluto di questa edizione. Il presidente della giuria Bruce Gilden ha scelto il suo scatto, Somewhere Under the Red Sky, tra i primi quattro classificati delle categorie Streets, People, Spaces e Creative nella sezione Foto Singole.

Bruce Gilden ha annunciato la sua scelta in un intervento video durante la cerimonia di premiazione di URBAN, sabato 30 ottobre all’Auditorium del Museo Revoltella di Trieste. «È stato difficile scegliere un vincitore», ha dichiarato Gilden. «Ma devo ammettere che sono stato sopraffatto dal cielo rosso».

Gli altri vincitori

Vincitore della sezione Projects & Portfolios è stato Luca Meola con Crackland. Il progetto, focalizzato su un quartiere problematico di San Paolo del Brasile, è stato selezionato da Paolo Pellegrin, presente in sala, che ha premiato personalmente l’autore.

URBAN Photo Awards
Crackland di Luca Meola

Francesco Cito ha invece consegnato al fotografo canadese Nicolas St-Pierre il trofeo dell’URBAN Book Awards per il volume Where Have The Birds Gone?

Ha dichiarato Francesco Cito: «L’opera di Nicolas St-Pierre è una fantasia intellettuale condotta con maestria e un linguaggio fotografico sapiente. Buona fotografia, incisa, ben strutturata, e magistralmente post prodotta».

Il fotografo inglese Joseph Ford ha ottenuto il riconoscimento come Best Author di questa dodicesima edizione del contest per la sua personalissima creatività autoriale.

URBAN Photo Awards
Invisible Jumpers di Joseph Ford

Francesca Pompei si è aggiudicata il Premio speciale New Buildings. Il fondatore di Matrix4Design Andrea Boni le ha, infatti, consegnato il trofeo per la foto Sharada #04. A Harry Giglio, infine, il Premio speciale Trieste Science+Fiction Festival con lo scatto Time Traveller.

www.urbanphotoawards.com

Lascia un commento