I segreti per dare dinamismo alla scena: la regola dei terzi

La regola dei terzi

Ecco un “trucco” molto utile: prova a tenere il soggetto principale spostato dal centro dell’inquadratura. Posizionalo a circa un terzo dai margini e otterrai un’immagine decisamente più dinamica e piacevole.

La regola dei terzi è una soluzione compositiva conosciuta e utilizzata da molti secoli prima dai pittori e poi fotografi. Immaginiamo di dividere il fotogramma in tre parti, attraverso linee immaginarie orizzontali e verticali (linee forti). Questa suddivisione ritaglia la foto in nove rettangoli. Quello centrale è detto zona aurea, mentre i punti di intersezione tra le linee sono detti punti forti. È opinione diffusa che, ponendo il soggetto principale lungo una delle linee o dei punti forti, l’immagine risulti più dinamica e armoniosa rispetto a un’immagine con il soggetto principale posto al centro. In altri termini, più piacevole.

La regola si applica con qualsiasi tipo di formato fotografico e inquadratura, orizzontale o verticale che sia. Le linee orizzontali rappresentano un punto di riferimento importante per posizionare l’orizzonte. Naturalmente, nessuna regola deve essere applicata tanto ossessivamente da soffocare la propria creatività personale.

 


Latest from News

0 0,00
Go to Top