Scopriamo quattro semplici e veloci regole che ci permetteranno di migliorare la composizione dei nostri scatti.

1 Aprile 2022 di Redazione Redazione

In questa lezione del corso dedicato alle basi della fotografia scopriamo quattro regole per migliorare la composizione dei nostri scatti.

Composizione perfetta in quattro mosse!

1 – La regola dei terzi

È una tecnica che funziona bene quando la scena ha un singolo soggetto, ben definito (come nell’esempio in alto). Piazziamo il soggetto nell’immagine su una delle linee dei terzi. Visivamente, è più interessante che buttarlo in mezzo all’inquadratura. Nei paesaggi, fa coincidere l’orizzonte con un terzo.

Come tutte le regole di composizione, non dobbiamo temere di infrangerla se questo porta a un’immagine più interessante.

2 – Individuiamo delle cornici

composizione

Cerchiamo sistemi diversi per incorniciare in modo naturale il soggetto: questo contribuisce a condurre lo sguardo dentro la foto. Uno degli esempi più ovvi è una porta o una finestra, ma se ci guardiamo in giro, ci accorgeremo che ci sono molte altre cose che possiamo usare, come i rami di un albero o persino la forma di una nuvola.

Non necessariamente la cornice deve essere tra noi e il soggetto: può anche essere dietro di esso.

3 – Composizione: creiamo traiettorie

composizione

Diritte o curve, troveremo linee ovunque: strade, fiumi, siepi, pareti, alberi, cieli… L’occhio di chi guarda sarà naturalmente condotto lungo queste traiettorie, quindi collochiamo il soggetto in modo che queste linee vi conducano lo sguardo.

In un ritratto è facile, perché possiamo chiedere a una persona di muoversi per formare la composizione ideale. In un paesaggio invece, ci si deve riposizionare, a volte anche di chilometri!

4 – L’importanza del primo piano

composizione

Questo espediente è spesso usato dai paesaggisti. Inquadrare una scena per includere un particolare in primo piano rende la scena più interessante e conduce lo sguardo verso elementi più lontani. La sponda coperta di muschio di un fiume, un cespuglio fiorito o le rocce ruvide funzionano tutte bene. È una tecnica utile ma attenzione a non abusarne: un masso in ogni paesaggio diventerebbe un po’ noioso.

Per approfondire
Le regole d’oro della composizione

Lascia un commento